Skip to content

Sui pattini per sconfiggere autismo e diversità

Sono trenta i bambini che partecipano al progetto “Batti il 5” del Follonica hockey: lo sport aiuta loro a sviluppare abilità e concentrazione
Una bambina con gli atleti del Galileo Follonica www.maremmaoggi.net
Una della bambine che partecipa al corso con gli atleti della Galileo Follonica che gioca in A1

FOLLONICA. Una bambina stava pattinando, la sua sorellina autistica era fuori dalla pista, seduta sulla tribuna dell’Armeni. «Ma perché non la fai provare a pattinare?»: Fabio Bellan, istruttore di pattinaggio e allenatore delle squadre giovanili del Follonica Hockey non pensava che la sua domanda avrebbe cambiato la vita alla bambina. E in parte anche alla società, che con la prima squadra gioca il campionato di serie A1.

Il progetto “Batti 5”: 30 bambini in pista

Quel giorno infatti, cominciò il percorso che ha portato alla nascita del progetto “Batti il 5” portato avanti in collaborazione con l’associazione Biglie sciolte. Un progetto del quale la presidente del Follonica Hockey Idia Petrini va giustamente fiera. «La nostra società non è soltanto la prima squadra – dice – ma punta da sempre molto sul settore giovanile. E con il progetto Batti 5 siamo riusciti ad aiutare una trentina di bambini a stare meglio».

Ogni sabato pomeriggio infatti, i bambini autistici e diversamente abili che partecipano al progetto, scendono in pista sui pattini. «La sorellina della nostra atleta che Bellan invitò a pattinare camminava scalza -ricorda Petrini – Ora ha sviluppato tante altre abilità: il pattinaggio è servito loro a sviluppare la concentrazione e a gestire, ad esempio, le attrezzature». 

Gli allenamenti del progetto Batti il 5 a Follonica www.maremmaoggi.net
Gli allenamenti di “Batti il 5”

È il terzo anno che la società follonichese accoglie i bambini il sabato pomeriggio, per un’ora e mezzo di lezione gratuita con Bellan e con gli altri istruttori del settore giovanile. «La cosa più bella – aggiunge Idia Petrini – è la partecipazione dei ragazzi dell’Under 19 e anche degli altri bambini che già son inseriti nelle nostre squadre. Anche i giocatori della prima squadra ogni tanto partecipano a queste lezioni. Per i bambini diversamente abili, questo contatto è importantissimo».

Sport e solidarietà per i più piccoli

Sport, solidarietà, passione e tanto affetto: sono questi i collanti del progetto “Batti il 5” che ha portato in pista una trentina di bambini non solo della provincia di Grosseto, ma anche di quella di Livorno.

Allenamenti Biglie sciolte Follonica www.maremmaoggi.net
Allenamenti Biglie sciolte

Progetto che è ripartito, dopo lo stop causato dalla pandemia. «Per i bambini che venivano qui a pattinare è stato difficile fermarsi – aggiunge la presidente del Follonica hockey – perché senza fare questo tipo di attività sportiva, i hanno spiegato i genitori, hanno perso purtroppo tanto di quello che avevano acquisito pattinando e divertendosi. Per noi il fatto che possano migliorare la loro condizione fisica e psicologica attraverso lo sport che amiamo è la nostra più grande vittoria».

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati