Skip to content

Striscia, Sabinos su Instagram: «Messo in mezzo»

GROSSETO. Jacopo Sabinos affida a una storia Instagram le sue spiegazioni dopo il servizio di Striscia la Notizia. Una storia che – dice – è l’ultima che pubblica. E che non si è cancellata come i messaggi a Ethan Hunt in Mission Impossible perché dice di averla messa fra le storie in evidenza.

Seduto in macchina, da solo, felpa rossa, giubbotto e cappellino nero, parla per alcuni minuti, spiegando che le accuse della trasmissione di Canale 5 non sono fondate e che andrà fino in fondo. Ringrazia chi gli è stato vicino in questi due anni. Si vede che è provato, da martedì, giorno in cui la trasmissione è andata in onda, non devono essere stati giorni facili per lui.

«Finalmente – dice -, riesco a rientrare sul mio profilo, saranno venti giorni che non potevo farlo perché mi era stato hackerato, peraltro con un nome che non era il mio. Mi hanno tolto tutto, foto e video, cancellato tutto. Se qualcuno in questo periodo vi ha scritto da qui, sappiate che non sono stato io. Mi hanno fatto passare come un cane, ma io sono una persona pulita: se qualcuno avesse davvero da contestare qualcosa poteva farmi denunciare, ma questo non è avvenuto. Non possono farlo, perché sono loro che poi ci andrebbero di mezzo. Ma di questo ne parlerò nelle sedi opportune».

Messe in mezzo persone che non c’entrano niente

«Hanno messo di mezzo persone che non c’entrano niente, vorrei sapere come hanno architettato tutto questo, ma io andrò in fondo a questa storia. Sono anche stato minacciato, varie volte. Però sono stato diffamato: io ho tutto in mano, sono pulito. Non ho fatto niente di tutto ciò che la gente racconta in questi giorni e chi mi conosce sa benissimo cosa è successo in questi due anni. E ringrazio chi mi è stato vicino in questi momenti, perché non è stato facile. So di essere nella ragione e di non aver fatto male a nessuno e ho tutti contro».

Chi sa qualcosa, parli

«Ho cercato sempre di far stare bene tutti e di creare un ambiente positivo. Io non voglio apparire per ciò che non sono. Chi sa qualcosa parli, perché sono l’unico che è passato dalla parte del torto per far ripulire la faccia a tutti gli altri. Quando non scendi a compromessi, ci rimetti sempre. E io a compromessi non sono mai sceso. Andrò fino in fondo, non mi passa che mi infamino per cose che non ho mai fatto. Mi pesa anche dare queste spiegazioni, ma mi sento dalla parte della ragione e non potevo farne a meno».

 

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati

error: Content is protected