Skip to content

Sognavano la divisa della Marina: ce l’hanno fatta

Andrea Ottaviani e Marco Scarpino hanno vinto il concorso e sono entrati all’Accademia navale: l’emozione il giorno del giuramento

GROSSETO. Hanno giurato fedeltà alla patria. Andrea Ottaviani e Marco Scarpino, due giovani grossetani, sabato 4 dicembre hanno pronunciato il famoso «lo giuro» difronte al tricolore della Repubblica Italiana. Un impegno solenne che li annovera tra gli allievi dell’accademia navale di Livorno al 1° anno di corso.

Una selezione durissima

La selezione per accedere a una delle più prestigiose accademie del mondo è durissima. Su una media di 6000 richieste di adesione, ogni anno vengono ammessi poco più di 100 ragazzi.
Determinazione, spirito di corpo e senso di responsabilità, sono i requisiti fondamentali per divenire, al termine dei 5 anni di formazione, ufficiali della Marina Militare italiana, ovvero la futura classe dirigente di questa Forza Armata.

Andrea Ottaviani e Marco Scarpino superate impegnative prove di selezione psico-attitudinali, sono stati assegnati alle classi di Stato Maggiore e Genio Navale, due delle molteplici specializzazioni che l’Accademia Navale offre ai giovani allievi.

Entrato in questa accademia come un qualunque ragazzo della porta accanto, ciascuno di loro diverrà un provetto ufficiale della Marina Militare italiana.

È con estremo piacere che la redazione di MaremmaOggi si congratula con i giovanissimi cadetti , augurando loro un brillante futuro al servizio della Nazione.

Condividi

Share on whatsapp
WhatsApp
Share on facebook
Facebook
Share on telegram
Telegram
Share on email
Email
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter

Articoli correlati