Skip to content

Simulano la Casa di carta, arrivano i carabinieri

Due minorenni segnalati ai militari: indossavano la tuta rossa e la maschera e avevano le mitragliatrici false in mano
I due ragazzini travestiti dai personaggi della Casa di carta
I due ragazzini travestiti dai personaggi della Casa di carta

ORBETELLO. Erano vestiti con la tuta rossa e il loro volto era coperto dalla maschera del pittore spagnolo Salvador Dalì proprio come i personaggi della serie televisiva spagnola “La casa di carta”. E, esattamente come Tokyo, Nairobi e Berlino, imbracciavano una mitraglietta. Finta.

Alcuni cittadini che passando da via degli Orti hanno visto i due giovani lungo la strada, hanno dato l’allarme e hanno chiesto l’intervento dei carabinieri. Che quelle armi che i due ragazzi travestiti da personaggi della serie tv imbracciavano fossero finte, era evidente. Ma il timore di chi ha chiesto l’intervento dei militari era che quei due giovani, così vestiti e così mascherati, potessero aver commesso una rapina, proprio come nella popolare “Casa di carta”. Nulla di tutto questo, però era successo.

I carabinieri sono intervenuti appena ricevuta la segnalazione scoprendo che sotto alla maschera del pittore spagnolo si nascondevano in realtà due minorenni, che stavano semplicemente giocando facendo finta di essere loro i protagonisti della serie tv spagnola. Quando i carabinieri hanno chiesto loro il motivo della loro presenza lungo la strada, con quelle  finte mitragliatrici in mano,  i due ragazzini sono scoppiati a piangere e hanno chiesto scusa per aver fatto prendere un bello spavento a chi li aveva visti agghindati in quel modo.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati