Skip to content

Si costituisce per amore, dopo anni di fuga

L’uomo, un cittadino straniero di 31 anni, ha deciso di pareggiare i conti con la giustizia nella città in cui vive la sua compagna
L'ingresso della caserma dei carabinieri di Massa Marittima

MASSA MARITTIMA. Doveva scontare una pena di 5 anni e 6 mesi di reclusione e pagare una multa di 5.500 euro per reati commessi tra il 2009 e il 2015. Ma fino a ieri, 4 dicembre, era riuscito a farla franca, malgrado che su di lui pendesse una segnalazione di rintraccio. Poi, dove non sono arrivate le forze dell’ordine, c’è riuscito l’amore.

Così, ieri, 4 dicembre, un cittadino straniero di 31 anni, si è presentato ai carabinieri di Massa Marittima, mano nella mano con la compagna, residente in città, assistito dal suo avvocato per pareggiare i conti con la giustizia. Gli uomini dell’Arma lo hanno identificato, malgrado i tanti “alias” con i quali aveva eluso per anni i controlli di polizia, grazie a un documento di identità del Comune di Viareggio e il passaporto del suo Paese. È stato quindi arrestato e portato nel carcere cittadino.

Su di lui pendevano sentenze di vari gradi di giudizio, ultima in ordine di tempo quella della corte d’appello di Firenze – che ha riformato le condanne pregresse con un provvedimento di unificazione di pene concorrenti – in base al quale doveva scontare, appunto, 5 anni e 6 mesi di reclusione. I reati contestati vanno dalla rapina, allo spaccio di stupefacenti, per fatti avvenuti fuori dal territorio provinciale, con il quale sembra che l’uomo non avesse avuto finora legami, almeno rispetto al suo passato criminale.

Ciò che lo ha spinto a presentarsi proprio ai carabinieri di Massa Marittima, sarebbero dunque motivi sentimentali: saldare il conto con la giustizia, ma farlo in un istituto penitenziario, quello di Massa marittima, vicino alla residenza che della compagna: la donna che verosimilmente lo attenderà per il periodo che gli rimane da scontare e che forse lo divide dal suo passato criminale.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati