Skip to content

Sgomberata la palazzina crollata in via Cimabue

Blitz della polizia municipale: trovate nel fabbricato cinque persone, una è stata fermata. Oggi verranno chiusi gli accessi
Il sopralluogo alla palazzina in via Cimabue
Il sopralluogo alla palazzina in via Cimabue

GROSSETO. Intervento della polizia municipale e dei vigili del fuoco questa mattina, martedì 28 settembre, in via Cimabue, all’angolo di via Orcagna. La palazzina crollata il 6 agosto di due anni e ancora oggi transennata era stata occupata da cinque persone. All’arrivo degli agenti, quattro sono riusciti a scappare, uno è stato invece fermato e portato negli uffici del comando.

Ad agosto erano stati trovati dalla polizia altri occupanti.

I vigili del fuoco davanti alla palazzina di via Cimabue
I vigili del fuoco davanti alla palazzina di via Cimabue

Gli uomini della polizia municipale stanno ora facendo una perquisizione con i cani anti droga, per capire se nella palazzina fosse stata allestita una centrale dello spaccio o meno. In via Cimabue è arrivato subito anche l’assessore alla sicurezza del Comune Fausto Turbanti.

Il blitz era stato pianificato pochi giorni fa durante un incontro in Comune con l’amministratore del condominio, Maurizio Chielli, e con gli avvocati delle famiglie che da due anni – con l’emergenza Covid a complicare la situazione – hanno dovuto trovare un’altra sistemazione. sono 7 le persone fuori casa loro a causa del crollo di un solaio che ha reso inagibile lo stabile.

Una volta finiti i controlli della polizia municipale, oggi si provvederà a murare tutte le zone di accesso alla palazzina, nella speranza che quel fabbricato non possa essere occupato di nuovo. ma ci vorrà tempo prima che comincino i lavori di ristrutturazione: ci sono in corso infatti due processi, uno penale e l’altro civile, che si sono aperti a seguito del crollo del solaio.

 

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati