Skip to content

Sette volte l’alcol consentito, fermato sull’Aurelia

L’uomo procedeva a zig zag, poi si era fermato al bivio per Cupi, in posizione molto pericolosa
Il bivio per Cupi, sull'Aurelia
Il bivio per Cupi, sull’Aurelia

ORBETELLO. Sette volte il massimo consentito. Aveva bevuto decisamente troppo.

Alla sala operativa della polizia stradale di Grosseto è arrivata la segnalazione di un automobilista che aveva visto un’auto procedere a zig zag sull’Aurelia.

Una macchina della stradale, partita da Orbetello, riusciva ad intercettare il veicolo fermo a Bivio Cupi, proprio a ridosso dell’intersezione, in una posizione pericolosissima. Al posto di guida e solo a bordo, c’era un uomo di circa quarant’ anni che alle domande dei poliziotti rispondeva a stento, farfugliando parole senza senso ed emettendo forte odore di alcol.

Con fatica gli agenti lo sottoponevano all’accertamento dello stato di ebbrezza, risultato altissimo: 3,5 g/I, pari a sette volte il limite consentito (0,50).

Dagli accertamenti emergeva che l’uomo si era recato a San Vincenzo  per prendere un veicolo acquistato dal suo datore di lavoro, titolare di un autosalone del casertano e durante il viaggio di ritorno aveva pensato di concedersi una bella bevuta.

Inoltre dai controlli effettuati emergeva che l’auto non aveva l’assicurazione.

Oltre alla denuncia alla Procura della Repubblica di Grosseto per la guida in stato di ebrezza, per cui rischia un’ammenda da 1500 a 6000 euro e l’arresto da 6 mesi ad 1 anno,  è scattato ritiro della patente di guida con la decurtazione di 10 punti, nonché il sequestro dell’auto.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati