Skip to content

Sci sull’Amiata, le prossime aperture

MONTE AMIATA. Quella di domenica 12 è stata una giornata fantastica per lo sci sull’Amiata. Un’apertura eccezionale.

Per questo dalle società che gestiscono gli impianti arriva un sentito grazie a tutti.

“A fine giornata ci preme, innanzi tutto, inviare un caloroso ringraziamento a tutti gli appassionati della neve (sciatori e non solo…) che, nella giornata di oggi, hanno voluto “esserci” e inaugurare con noi la nuova stagione Invernale 2021 – 2022”

“Doveroso da parte nostra, anche a tutti gli uomini e donne che si sono impegnati per riuscire, nonostante tutto ci remasse contro (scirocco, super nevicata, alberi caduti in strada e sulle piste, gelo improvviso e quant’altro) a far sì di anticipare un assaggio di apertura ad oggi, anziché alle vacanze di Natale”

“Il ringraziamento va (veramente dal profondo del cuore) agli operatori, agli addetti del Comune e delle Province di Siena e Grosseto per la pulizia e sgombero delle strade con i mezzi spalaneve, ai VV.FF., alla Protezione Civile, alle nostre Amministrazioni locali con i sindaci ed assessori prima linea, alle Prefetture, alle forze dell’ordine (Carabinieri e Polizia municipale) e a quanti si sono sacrificati per riuscire in quest’impresa”.

“Un particolare ringraziamento va anche ai giornalisti locali che con tempestività sono riusciti a diffondere in tempo reale, notizie confuse, contrastanti, incerte ma cercando sempre di dare un’immagine positiva e di unità”.

Nei prossimi giorni, fino a sabato 18 gli impianti e le piste dell’Amiata rimarranno chiuse.

Fino al 18 impianti chiusi

“In questi giorni di chiusura provvederemo a sistemare i tracciati e le piste e tutti i guai e criticità che sono stati provocati dalla grande nevicata (benedetta!!) di venerdì e sabato (dagli atti vandalici sul tappeto in vetta; ai rami e alberi caduti nelle piste e tracciati; dalla pulizia del ghiaccio (dallo scirocco siamo passati alla neve e poi subito temperature sotto zero con conseguente formazione su impianti ed attrezzature di blocchi di ghiaccio) e tanti altri interventi necessari al buon funzionamento in sicurezza e tranquillità degli impianti che oggi erano rimasti chiusi per le vacanze di Natale”.

Oltretutto, in previsione di un bianco Natale gli “uomini della neve” (Luca, Rossano, Umberto e Roberto), grazie alle rigide temperature previste nei prossimi giorni, desiderano e sperano di poter produrre più neve artificiale possibile da “immagazzinare” e usare in caso di sciroccate impreviste (vedere cosa è successo durante l’Immacolata) in modo da poter “sperare e sparare” che anche in caso di criticità si possa garantire l’apertura di tutta la stazione dal 23 dicembre al 9 di gennaio

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati