Skip to content

Rubano le valigie a due turisti: incastrati da un peluche

Volevano ottenere la ricompensa e invece dovranno rispondere ora di furto aggravato e ricettazione: due ventenni nei guai
I carabinieri di Arcidosso
Una pattuglia dei carabinieri ad Arcidosso

ARCIDOSSO. Avevano rubato le valigie a una coppia di polacchi arrivata per le vacanze sull’Amiata. Ma sono stati fregati da un peluche e denunciati per furto aggravato e ricettazione dai carabinieri della tenenza di Arcidosso.

Protagonisti della vicenda sono due ragazzi originari del Gambia,  che vivono ad Arcidosso e che qualche giorno fa avrebbero portato via le valigie della coppia di turisti. I due polacchi infatti, una volta arrivati al b&b nel quale avrebbero alloggiato, le hanno lasciate all’esterno della struttura, con l’intenzione di portarle poi nella loro stanza.

Ma una volta fatto il check in, si sono accorti che le valigie erano scomparse e prima di presentare la denuncia ai carabinieri, i due turisti hanno deciso di tappezzare Arcidosso con dei bigliettini, in cui veniva promessa una ricompensa a chi avesse ritrovato un peluche: su quegli stessi bigliettini, era stata stampata anche la sua fotografia.

Il peluche era dentro a una valigia, per cui chi lo avesse in quel momento, poteva essere in possesso anche del resto. Uno dei due ragazzi non ha pensato che facendo quella telefonata per ottenere la ricompensa si sarebbe messo nei guai. Ha composto il numero e ha detto al titolare del b&b di avere con sé il peluche. Anziché i soldi promessi, il giovane si è trovato davanti i carabinieri: nella sua abitazione, i militari hanno trovato le valigie con tutto il contenuto. Con il primo, è stato identificato anche il suo complice, residente nello stesso appartamento: si tratta di due ragazzi di 22 e 19 anni.  Il giovane che aveva chiamato la struttura non ha fatto nulla per nascondere le proprie responsabilità: quando il titolare del b&b, seguito dai carabinieri, era andato a bussare alla sua porta, il responsabile aveva in piedi delle ciabatte che il turista polacco ha subito riconosciute come sue. A poco sono valse le giustificazioni fornite dai responsabili nell’immediato, ovvero di aver trovato le valigie abbandonate lungo la strada: dovranno risponderne ora alla Procura di Grosseto.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati