Skip to content

Rapina il padre e scippa le anziane: condannato

Sei anni e 2.000 euro di multa per un 56enne: nell’estate del 2019 aveva seminato il panico in città prima di essere arrestato
Il tribunale di Grosseto
Il tribunale di Grosseto

GROSSETO. Si è conclusa con una condanna a sei anni di carcere e al pagamento di 2.000 euro di multa il processo per rapina, scippo e lesioni  a carico di Roberto Ciani, grossetano di 51 anni, accusato di aver messo a segno diversi scippi in città. Processo che vedeva l’uomo, difeso dall’avvocato Riccardo Lottini, imputato anche per aver rapinato il padre, in due diverse occasioni.

I procedimenti penali che erano stati avviati nei confronti di Ciani erano infatti due. Il fascicolo è stato riunito e portato nell’aula del tribunale di Grosseto, di fronte al collegio composto dal presidente Adolfo Di Zenzo e dalle giudici Laura Previti e Ludovica Monachesi. La sostituta procuratrice Anna Pensabene aveva chiesto una condanna a 9 anni e 8 mesi, mentre il difensore dell’uomo aveva chiesto di poter patteggiare una pena di 3 anni e 10 mesi.

Una scia di borseggi

Ciani, tra la fine di luglio e metà agosto del 2019, aveva seminato il panico in città. In pochi giorni aveva messo a segno sette scippi, tutti ai danni di donne che camminavano per le strade della città. Lui arrivava quasi sempre in sella alla sua bicicletta: si avvicinava alle sue vittime e strappava via loro la borsetta.

Il primo colpo lo aveva messo a segno il 25 luglio, quando riuscì a strappare dal collo di un’anziana una catenina d’oro, alla quale erano attaccati un piccolo mappamondo, un anello e una medaglietta. La donna aveva 74 anni e non era riuscita a difendersi.

Lo stesso era successo alle due anziane prese di mira il 13 agosto: in via Oberdan, si era avvicinato a una donna che stava guardando la vetrina di un negozio, strappandole via la borsa dal braccio. L’anziana finì per terra, mentre cercava di trattenere la sua borsa. Soccorsa, fu poi portata all’ospedale, con una prognosi di 15 giorni. La seconda vittima invece aveva la borsa nel cestino della sua bicicletta e Ciani, dopo aver tentato di portargliela via, aveva fatto cadere la donna. La borsa era rimasta incastrata nel manubrio: il cinquantunenne se l’era data a gambe subito.

Ma il giorno successivo, aveva provato a strappare dalle mani di una donna il portafogli che aveva tolto dalla borsa, ma la giovane, che ha 26 anni, era riuscita a resistere al suo assalto. Cosa che non era successa invece a una coetanea dell’uomo alla quale aveva portato via la borsetta che aveva nel cestino della bicicletta.

Le indagini della polizia erano cominciate subito dopo il primo episodio denunciato e il 20 agosto l’uomo era stato arrestato: furto con strappo e lesioni personali, i reati che gli sono stati contestati, ai quali si è aggiunto quello per rapina. In un’occasioni infatti, l’uomo aveva bloccato da dietro suo padre per sottrargli il portafogli con 70 euro dentro, mentre l’anno prima, lo aveva strattonato e buttato per terra per prendere 1.700 euro che aveva nella cintura.

 

 

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati