Skip to content

Rapinarono la farmacia: divieto di ritorno a Follonica per tre anni

Il provvedimento è stato emesso questa mattina dal questore di Grosseto nei confronti della banda che il 29 gennaio aveva rapinato la “Salus”
La farmacia Salus di Follonica
La farmacia “Salus” di Follonica

FOLLONICA. Divieto di ritorno nel territorio del comune di Follonica per tre anni. È questo il provvedimento emesso questa mattina, 4 dicembre, dal questore di Grosseto, nei confronti 4 persone responsabili di una rapina a mano armata alla farmacia Salus avvenuta lo scorso 29 gennaio, nella città del Golfo.

I 4 uomini, tutti di origine campana, erano stati arrestati al termine di 9 mesi di indagini, condotte dai carabinieri di Follonica, Napoli e Casoria (Na),

Per tre di loro, Ciro Volpe, 35 anni, di Napoli, Clemente Redine, 37 anni di Napoli, ma residente a Bagno di Gavorrano, Gianluca Schettino, 36 anni di Mugnano, e Vincenzo Campanile, 49 anni residente ad Afragola in provincia di Napoli, era stata emessa ordinanza di custodia cautelare in carcere da parte del giudice Marco Mezzaluna ed erano stati portati in carcere a Grosseto, Siena, Benevento e Udine. Per il quarto, Pasquale Busiello, invece, il era stato disposto l’obbligo di dimora. Un quinto uomo, infine era stato arrestato due settimane dopo. 

Il divieto di ritorno nel territorio comunale di Follonica, per un periodo di tre anni, emesso oggi dal questore, rappresenta un deterrente per ulteriori reati, almeno nella circoscrizione territoriale interessata dal provvedimento.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati