Skip to content

“Nessuno è perfetto”, le storie di Maria Teresa Asti

Assistente sociale in Maremma, Asti racconta le sue esperienze professionali, divisa tra famiglia e lavoro. La presentazione del libro il 25 ottobre alle 17, al Polo universitario a Grosseto
Maria Teresa Asti
Maria Teresa Asti

GROSSETO. “Nessuno è perfetto. Storie di un’assistente sociale” è il libro di Maria Teresa Asti, edito da Pacini nella collana di Coeso Società della Salute, che sarà presentato lunedì 25 ottobre alle 17, al Polo universitario grossetano di via Ginori 43 a Grosseto.

Il libro racconta le storie di un’assistente sociale di una cittadina di provincia, che si trova a dover spiegare ai figli il suo lavoro. I due ragazzi, infatti, hanno visto un film statunitense in cui l’assistente sociale è una minaccia per i bambini, perché rappresenta il loro possibile allontanamento dalla famiglia. «Mamma, ma tu fai un lavoro cattivo», chiede la figlia della protagonista, 8 anni. E da questo quesito prende avvio la storia racconta da Maria Teresa Asti.

Assistente sociale lei stessa da oltre 30 anni e quasi tutti trascorsi in Maremma, l’autrice è responsabile dell’unità operativa professionale della Zona Amiata Grossetana, Colline Metallifere e Grossetana, della Asl sudest. Appassionata di scrittura, finalista e vincitrice di alcuni concorsi letterari, ha collaborato alla sceneggiatura della serie web “Aiutanti di mestiere”, prodotta da Coeso SdS in collaborazione con la Scuola di cinema – Laboratorio per filmakers di Grosseto, realizzata per promuovere una nuova immagine, più realistica, della professione dell’assistente sociale.

“Da tempo – dichiara il direttore del Coeso, Fabrizio Boldrini – ci impegniamo per diffondere un’immagine della professione di assistente sociale vicina alla realtà e lontana dagli stereotipi. E il libro di Maria Teresa Asti rientra in questo progetto più ampio: avvicinare l’opinione pubblica, i media, la cittadinanza e i fruitori dei servizi ai professionisti del sociale». Sarà proprio Boldrini a introdurre la presentazione cui seguirà un dialogo tra l’autrice e Paolo Pajer, assistente sociale e scrittore. Gli studenti della Scuola di cinema – Laboratorio per filmakers di Grosseto faranno alcune letture dal volume.

Il libro è disponibile su ordinazione in tutte le librerie ed è acquistabile sul sito di Pacini editore.

 

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati