Skip to content

Perseguita dipendente del market: patteggia

Un anno e due mesi di pena per un uomo di 55 anni di Orbetello: lei era stata costretta a cambiare i turni di lavoro
Il tribunale di Grosseto
Il tribunale di Grosseto

ORBETELLO. Per mesi ha perseguitato la responsabile di un supermercato della zona sud della Maremma, sostando davanti al suo posto di lavoro, e facendole insistenti avances alle quali lei però non ha mai risposto. E spesso, quando l’uomo vedeva questa indifferenza nei suoi confronti, cominciava a offenderla, a minacciarla di morte, a lasciarle bigliettini.

Lavorare nel supermercato che dirige era diventato un incubo per una trentaquattrenne che si è trovata costretta a cambiare anche i turni di lavoro nel tentativo di non farsi trovare dall’uomo. Dal supermercato, poi, non usciva più da sola, per paura che lui la raggiungesse.

A maggio, poi, l’uomo era entrato nel negozio e aveva spaccato il display della cassa, scaraventandolo per terra. Alla fine era stato arrestato e oggi, giovedì 11 novembre, difeso dall’avvocata Francesca CarnicelliClaudio Giovani, orbetellano di 54 anni, ha patteggiato una pena di un anno e due mesi davanti al giudice per l’udienza preliminare Marco Mezzaluna (pm Giovanni De Marco).

L’uomo era stato rinviato a giudizio per i reati di stalking e danneggiamenti.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati