Skip to content

Feste di Natale con i butteri, a Grosseto

Il 10 dicembre, prima giornata del programma “Dal passato in Maremma. I butteri e la loro storia”. Il programma

GROSSETO. Si chiama “Dal passato in Maremma. I butteri e la loro storia” il progetto nato per rievocare il passato del territorio provinciale. Due giornate, il 10 e il 17 dicembre, organizzate dal Comune, con il sostegno del Maam-Museo archeologico e d’Arte della Maremma,  il contributo dell’associazione Butteri di Maremma, della Fondazione Polo universitario grossetano, dell’Università di Siena, dell’Archivio delle tradizioni popolari, delle associazioni equestri “La Razzetta”, “A cavallo sulle mura e sull’Ombrone”, “Cuor di Maremma”.

Il programma si inserisce nel calendario “Natale a Grosseto” promosso dal comune in collaborazione con il Ccn-Centro commerciale naturale del Centro storico.

Il programma del 10 dicembre

  • alle 15, al parco Sandro Pertini di via Giotto, esibizione dell’’associazione Butteri di Maremma
  • alla stessa ora, nel Giardino magico (Giardino dell’Archeologia), i bambini potranno fare un giro in pony e divertirsi con il trucca-bimbi. Le iniziative sono curate dal centro ippico “La Bandita” di Castiglione della Pescaia.
  • alle 16.30, visita guidata alla collezione Roberto Ferretti, a cura dell’Archivio delle Tradizioni popolari della Maremma, al Polo culturale Le Clarisse (per prenotare chiamare il numero 0564 488752).
  • alle 16.30, in piazza Duomo, esibizione dei butteri e un racconto sulla storia del buttero e della sua bardatura. A seguire, i cavalieri proseguiranno la passeggiata sulle mura fino alla Cavallerizza dove si terrà il concerto della Filarmonica Città di Grosseto.
  • alle 18.15, al Al Maam (piazza Baccarini), Paolo Nardini, dell’Archivio delle tradizioni popolari della Maremma, parla “Una professione al limite. I Butteri fra natura e cultura, fra conoscenza e immaginazione, fra lavoro e spettacolo” (per prenotare chiamare il numero 0564 488752)
  • alle 21, alla Biblioteca Chelliana (via Mazzini) andrà in scena “A veglia nel chiostro” con le compagnie Anima Scenica e Teatro Studio che faranno rivivere un momento significativo della storia e tradizione locale: “La veglia al fuoco”. Edo Galli, dell’associazione Archipenzolo, si occuperà della preparazione del fuoco, protagonista della serata insieme ai racconti. La serata è accompagnata da degustazione a base di acqua cotta, fagioli e cotiche, pan del buttero, bruschetta e vin brulè a cura del ristorante L’Uva e il Malto. Per prenotare l’ingresso,  chiamare il numero 0564 488055.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati