Skip to content

Al Cassero senese una mostra su Norma Parenti

Nel centenario della nascita della partigiana, l’Anpi ne celebra la figura con la rassegna “Maremma Incontra”, dal 17 al 19 settembre
Norma Parenti
Norma Parenti (foto tratta dal sito MaremmaRossa)

GROSSETO. Si apre venerdì 17 settembre al Cassero senese, a Grosseto, la rassegna culturale “Maremma incontra”, un’edizione speciale dedicata alla figura di Norma Parenti, partigiana e combattente, medaglia d’oro al valor militare, nel centenario della sua nascita. L’iniziativa, che si chiude domenica 19, è stata organizzata dall’Associazione partigianid’Italia (Anpi), nazionale e provinciale, come tappa della mostra nazionale dedicata alle 19 donne, protagoniste della Resistenza e della Liberazione, insignite per questo della medaglia d’oro al valor militare.

In questa occasione saranno esposti, per la prima volta a Grosseto, quattro pannelli dedicati a Norma Parenti, realizzati con la consulenza dell‘Istituto storico grossetano della resistenza e dell’età contemporanea (Isgrec) e concessi dal Comune di Massa Marittima. Sono in programma anche la proiezione del documentario “Storia di una banda partigiana – La vita quotidiana nella banda Camicia rossa”, realizzato dall’Isgrec (venerdì 17 settembre, alle 17.30), un convegno dedicato alla partigiana massetana, curato da Anna Rita Tiezzi e Antonella Cocolli che ne hanno scritto la biografia (sabato 18 settembre, alle 18), e la presentazione del libro “La Resistenza nell’Alta Maremma”, di Pier Nello Martelli, edito dal Consiglio Regionale della Toscana (domenica 19 settembre, alle 17.30).

L’inaugurazione della mostra, venerdì 17 alle 17.30, vede la partecipazione di Claudio Maderloni, responsabile Anpi per l’Italia centrale e componente della segreteria nazionale. L’evento è stato organizzato in collaborazione con la Provincia di Grosseto, i Comuni di Grosseto e Massa Marittima, l’istituzione Le Mura, dell’Isgrec e l’organizzazione di volontariato Working class hero.

Per visitare la mostra e partecipare alle iniziative, tutte ad accesso gratuito, è necessario il green pass.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati