Skip to content

Maremma Mia, ecco la filiera corta

Parco delle Colline metallifere, Drago e Unicoop insieme per valorizzare i prodotti della Maremma. Sei le aziende coinvolte

GROSSETO. Farina di grano antico tenero, vari tipologie di pasta, tagliatelle, pici, strigoli, tortelloni di ricotta, ragù, vino, frollini al cioccolato e grano antico, cantucci ai fichi e persino un panforte margherita con farina di grano tenero antico. Sono questi alcuni dei tanti prodotti di filiera corta che troveranno posto nei supermercati Coop – Unicoop Tirreno grazie al progetto Maremma Mia promosso dalla cooperativa insieme al Parco Nazionale delle Colline Metallifere e il Distretto Rurale Agricolo Gastronomico Organizzato (DRAGO).

Si è svolta la presentazione all’Ipercoop del centro commerciale Maremà di Grosseto alla presenza di Lidia Bai presidente del Parco nazionale delle Colline Metallifere, Lorenzo Leveque responsabile Settore Commerciale Industriali di Unicoop Tirreno e Alessio Guazzini presidente di Drago.

Tutte le materie prime di questi prodotti provengono dal territorio del Parco Nazionale delle Colline Metallifere istituito nel 2002 con decreto del Ministero dell’Ambiente. Data la sua eccezionale geodiversità e il paesaggio geominerario unico, è entrato a far parte, dal 2010, della prestigiosa rete mondiale dei Geoparchi Unesco, col nome di Tuscan Mining Global Geopark. Il parco partecipa anche al progetto GEOfood esclusivo dei geoparchi Unesco.

Molte aziende del territorio hanno dato vita alla associazione Drago, che ha come scopo principale quello di realizzare un’economia basata sulle peculiarità del parco promuovendo prodotti locali (come la linea Maremma Mia).

Al progetto Maremma Mia hanno aderito sei realtà produttive: l’azienda agricola Camporuffaldo di Massa Marittima e il Felciaione di Suvereto, la società cooperativa agricola Valle Bruna di Roccastrada, la pasticceria artigianale Le Logge di Valpiana, la Sicas di Grosseto che produce pasta e l’azienda vitivinicola biologica La Cura sempre a Massa Marittima.

I prodotti saranno messi in vendita in 18 punti vendita Coop tra i più importanti di Unicoop Tirreno: da Grosseto a Livorno, per passare da Piombino, Cecina fino a Viareggio e Pietrasanta.

«Questo è il nostro valore aggiunto – spiega Lidia Bai presidente del Parco Nazionale delle Colline Metallifere – insieme a quello di promuovere e supportare le comunità locali del geoparco valorizzando una serie di produzioni alimentari in grado di coniugare alta qualità, salute, biodiversità e ambiente. Voglio ringraziare Unicoop Tirreno per aver reso possibile questa iniziativa che contribuirà a far crescere il Parco e le aziende che da anni hanno scommesso sull’agricoltura sostenibile».

«Siamo soddisfatti di aver costruito assieme un progetto che valorizza territorio, cultura, economia e persone – aggiunge Lorenzo Leveque responsabile Settore Commerciale Unicoop Tirreno -. Maremma Mia propone un assortimento di prodotti di piccole aziende del territorio che fanno della tradizione e della qualità i loro tratti distintivi. L’obiettivo è far durare nel tempo questa partnership, concorrendo a sviluppare, insieme all’associazione e alle aziende, un’offerta che intercetta i gusti dei nostri soci e clienti, sempre più attenti alle produzioni locali e di qualità».

«L’associazione il Drago è una esperienza che, seppur nata da poco, sta dando frutti straordinariamente importanti – sottolinea il presidente Alessio Guazzini – e siamo orgogliosi di presentare i nostri prodotti nei punti vendita di Unicoop Tirreno. La nostra è una realtà che dà valore alle filiere in grado di coniugare la ricerca, lo studio, l’approfondimento e produzioni agroalimentari di qualità».

PARLANO LE AZIENDE

Condividi

Share on whatsapp
WhatsApp
Share on facebook
Facebook
Share on telegram
Telegram
Share on email
Email
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter

Articoli correlati