Skip to content

L’artista Giuseppe Zanoni in mostra alle Clarisse

Da oggi, 14 ottobre al Polo culturale Le Clarisse, a Grosseto, parte “Corrispondenze”, una serie di mostre di opere e installazioni di artisti contemporanei
L'installazione "Prospettiva di istanti scomparsi" di Giuseppe Zanoni
L’installazione “Prospettiva di istanti scomparsi” di Giuseppe Zanoni

GROSSETO. “Corrispondenze” è il nuovo ciclo di appuntamenti al Polo culturale Le Clarisse, di Fondazione Grosseto Cultura, in partenza oggi, giovedì 14 ottobre, alle 17.30. Con questa serie di mostre, alcuni artisti contemporanei si presentano in un museo di arte antica, alla ricerca di accostamenti e continuità.

«Ogni due settimane, il giovedì alle 17.30 – spiega il direttore del Polo culturale Le Clarisse, Mauro Papa – un curatore inviterà un artista nella Chiesa dei Bigi. E l’artista, oltre a parlare del suo percorso creativo, presenterà anche un’opera d’arte di sua creazione che avrà scelto di inserire nel percorso del Museo Collezione Gianfranco Luzzetti secondo una modalità “site specific” utile a suggerire eventuali “corrispondenze”, emozioni e tensioni che possano scaturire dall’incontro tra l’arte contemporanea e l’arte antica».

Il primo ospite di “Corrispondenze” è Giuseppe Zanoni che, a dieci anni dalla sua performance alla Biennale di Venezia, sorprenderà il pubblico con una splendida installazione nel Museo Luzzetti, “Prospettiva di istanti scomparsi”. Chi partecipa, ha l’opportunità di incontrare l’artista gustando anche un tè offerto dal museo.

L’installazione di Zanoni resta esposta per due settimane, fino all’allestimento dell’appuntamento successivo di “Corrispondenze”. «Il progetto – conclude Mauro Papa – resta aperto: accettiamo candidature da parte di artisti che vogliano proporre qualcosa di stimolante per “Corrispondenze”».

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati