Skip to content

Un’immersione per ripulire i fondali

Appuntamento sabato 2 ottobre con “Amare…il mare”: sulla spiaggia del Circolo nautico Cala Violina sub e studenti in difesa dell’ambiente
Un'immagine della passata edizione di Amare il mare
Un’immagine della passata edizione di Amare il mare

FOLLONICA. Sabato 2 ottobre alle 8,30 alla sede del circolo nautico Cala Violina di Follonica prenderà il via la giornata ecologica “A..mare il mare”. Nata nel 2007, la giornata è organizzata dai Comuni di Follonica e Scarlino in collaborazione con il gruppo sub della L.N.I di Follonica.

Pulizia dei fondali e delle spiagge che si trovano nel golfo: è questo l’obiettivo degli organizzatori che hanno coinvolto tanti subacquei apneisti del posto e dei circoli gemellati che scandaglieranno i fondali alla ricerca di materiale alieno all’ecosistema marino tipo reti abbandonate, nasse, palamiti, plastiche di ogni genere e, come negli anni scorsi, motori marini, bombole di gas, boe affondate e gomme d’auto.

Collaboreranno anche i sub dello Scarlino Diving Center che, con i pescatori professionisti del Golfo, muniti di salpareti, cercheranno di ripulire due relitti ricoperti da tramagli e sacchi di sciabiche abbandonati.

Il materiale raccolto durante la passata edizione
Il materiale raccolto durante la passata edizione

Contemporaneamente un gruppo di volontari e studenti delle scuole medie e superiori  accompagnati dai loro docenti, diretti da guide ambientali, si prenderanno cura della spiaggia che dalla sede del Circolo nautico Cala Violina di Follonica arriva fino al pontile di Scarlino asportando tutto ciò che viene abbandonato dall’uomo e che le mareggiate di ponente spiaggiano lungo la costa.

A fine manifestazione sarà fatta una cernita del materiale raccolto per avere il polso del grado di inquinamento causato dall’uomo calcolando le cicche di sigarette, le bottiglie e gli altri materiali di plastica e infine anche le mascherine e i guanti abbandonati.

I sindaci di Follonica e Scarlino con le autorità marittime, la Cri, la Vab, i rappresentanti delle associazioni e dei gruppi ambientalisti “La Duna” e “Break The Distance”, il presidente Bruno Tamburini della L.N.I di Follonica parteciperanno alla mattinata. Tutto il materiale sarà raccolto e suddiviso; sarà poi Sei Toscana a smaltire quanto recuperato dalla spiaggia e dai fondali e in chiusura i partecipanti avranno l’opportunità di condividere un rinfresco.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati