Skip to content

Il Grifone ritrovato e a caccia di conferme ospita il Pescara

I ragazzi di Magrini domenica alle 14,30 ricevono allo Zecchini una delle grandi deluse
Ciolli e Salvi esultano dopo il gol dell’1-1 al “Franchi” di Siena (foto Noemy Lettieri – Us Grosseto 1912)

GROSSETO. Il campionato di serie C s’avvicina a grandi passi alla fine del girone d’andata e alla riapertura del mercato. Il Grosseto, in attesa di rinforzi, cerca domenica di dare continuità alla strepitosa vittoria di Siena ospitando alle 14,30 allo stadio Zecchini una delle grandi deluse del girone B, il Pescara.

Partiti con l’obiettivo di provare a tornare nella serie cadetta, gli abruzzesi si trovano in settima posizione a 22 punti, 14 di ritardo dalla coppia di testa Modena-Reggiana. In settimana il direttore sportivo, il grossetano Matteassi s’è messo in contatto con l’ex Oddo, prima scelta per la panchina nel caso di un risultato negativo in Maremma che porterebbe all’esonero di Gaetano Autieri. Il Pescara si presenterà con un 4-3-3, con alcune novità per l’assenza degli squalificati Drudi e Rizzo e dell’infortunato Galano. Torna dall’inizio l’argentino Illanes.

Lamberto Magrini sembra invece orientato a confermare il 3-5-2 che ha dato stabilità alla squadra biancorossa, anche alla luce di alcune assenze nel reparto avanzato: non ci saranno Dell’Agnello, De Silvestro, Marigosu, oltre al solito Gorelli. In settimana la squadra ha lavorato con uno spirito diverso rispetto alle scorse settimane, con la consapevolezza che i tre punti di Siena hanno permesso di fare un piccolo passo in avanti e che nelle prossime settimane servirà una conferma di un risultato bellissimo come quello di sabato scorso.

I venti convocati: Barosi, Fallani; Biancon, Ciolli, Raimo, Salvi, Semeraro, Siniega, Tiberi; Artioli, Cretella, Fratini, Ghisolfi, Piccoli, Serena, Vrdoljak; Arras, Boccardi, Moscati, Scaffidi.

Defibrillatore. Prima dell’inizio della gara di domenica, verrà effettuata una piccola cerimonia. La famiglia di Paola Florio, una tifosa biancorossa scomparsa alcuni anni, ha donato all’Us Grosseto un defibrillatore, che verrà  installato in una teca piazzata vicino al tunnel degli spogliatoi, insieme ad una tarda che ricorda Paola.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati

error: Content is protected