Skip to content

Il Folgav cade a Badesse: 2-0 per il Lornano

Calcio serie D: i senesi alla quinta vittoria consecutiva raggiungono al secondo posto i maremmani
Lornano-FolGav
Un’immagine della gara

LORNANO BADESSE (4231): Conti; Mari (62’ El Jallali), Manganelli, Bonechi, Paparusso; Schiaroli, Ranelli (83’ Frosinini); Discepolo (47’ Chiti), Andreoli (93’ C.Berardi), Cecconi; Gozzerini (47’ Buono). A disp. Siliberto, Cappelli, Diarrassouba, Corsi. All. Gennaioli.

FOLLONICAGAVORRANO (433): Nannelli; Ampollini, Dierna, Bruni (60’ Fontana), Coccia; Arduini (60’ Rosini), Lo Sicco, Trovade (63’ M.Berardi); Giustarini (85’ Rosati), Tascini, Mugelli. A disp. Ombra, Del Rosso, Fremura, Gasco, Francavilla. All. Bonura.

ARBITRO: Marra di Torre Annunziata, assistenti Rinaldi di Pisa e Magherini di Prato.

RETI: 51’ Cecconi (LB), 92’ Andreoli (LB).

NOTE: terreno pesante per la pioggia; recupero: 1t 0’; 2t 5’; ammoniti Ampollini, Ranelli, Rosini, Paparusso, Fontana, Manganelli, Gennaioli (all.), Tascini, Chiti, Dierna.

Si ferma a Badesse contro il Lornano la corsa del FolGav: i senesi vincono 2-0 e affiancano i minerari al secondo posto in classifica insieme al Poggibonsi. Che il match infrasettimanale sarebbe stato delicato per i ragazzi di Bonura era messo in preventivo, e complice anche il terreno pesante, la squadra di Gennaioli lo ha dimostrato in pieno, infilando la quinta vittoria consecutiva.

Cronaca primo tempo

Al1’ tiro velenoso di Lo Sicco, che prova un fendente da fuori area senza impensierire però il portiere di casa.

Al 9’ grande conclusione a giro dal vertice destro dell’area di Trovade, servito da Mugelli: la palla esce di un soffio.

Al 10’ Mugelli ci prova da fuori, tiro centrale.

Al 24’ incornata di testa su calcio d’angolo, palla fuori di poco e gol sfiorato dal FolGav.

Al 32’ Gozzerini in contropiede per il Lornano Badesse, la conclusione verso la porta di Nannelli finisce alta.

Al 34’ Lo Sicco risponde dal limite su calcio di punizione: Conti para in tuffo.

Al 35’ Discepolo ancora in contropiede, il suo tiro è centrale e Nannelli para senza problemi.

Al 40’ Schiaroli tenta la botta da fuori, tiro deviato da Dierna in angolo.

Al 44’ Grande occasione ancora per il Lornano: Gozzerini si gira in area e calcia, la palla sfiora l’incrocio.

Termina così un bel primo tempo: le squadre vanno a riposo sullo 0-0 nonostante le tante occasioni da una parte e dell’altra. Nella seconda frazione si intensifica la pioggia e il campo ne risente.

Cronaca secondo tempo

Al 48’ Tascini da posizione impossibile dalla linea di fondo: conclusione parata in tuffo da Conti.

Al 51’ passa in vantaggio il Lornano Badesse. Cecconi ci prova quasi alla disperata e, complice il campo al limite della praticabilità, batte Nannelli che non riesce a bloccare la sfera.

Al 56’ Andreoli calcia ma trova solo l’esterno della rete, il Lornano sfiora il raddoppio.

Al 58’ ci prova Ampollini di testa su cross di Lo Sicco, blocca Conti.

Al 66’ Mugelli pesca Fontana in area, ma l’attaccante non riesce a coordinarsi per la conclusione e la palla finisce alta.

Al 77’ il tiro di Marco Berardi da fuori, palla alta.

Al 91’ Andreoli viene servito in profondità da Frosinini, salta Nannelli e mette la palla in rete per il raddoppio. Finisce 2-0 per il Lornano Badesse.

La sala stampa

L’allenatore Marco Bonura: «È stata una bella partita, purtroppo abbiamo preso gol ad inizio secondo tempo e potevamo fare meglio, perché eravamo noi in possesso del pallone e lo abbiamo perso in maniera troppo facile. Il gol ha spezzato la partita, però dal punto di vista dell’impegno ai ragazzi non posso dire niente, perché nel secondo tempo c’è stato il campo pesante. Ha avuto una palla gol Ampollini di testa, poi Fontana all’altezza del dischetto non è riuscito a tirare. Nel primo tempo abbiamo giocato entrambe le squadre meglio perché il campo ha retto di più, abbiamo creato molto e non meritavamo la sconfitta. Ma su questo tipo di campi gli equilibri si possono spezzare con degli episodi, che in questo caso sono stati a favore loro e sono stati bravi a portarla a casa. Noi dobbiamo pensare a noi stessi, al di là di quello che fanno il San Donato Tavarnelle e l’Arezzo. Il campionato è lungo e non dobbiamo fasciarci la testa, anche se il San Donato sta facendo un campionato a sé e bisogna fargli i complimenti, è meritatamente al primo posto con 7 punti di vantaggio. Ma noi andiamo avanti per la nostra strada».

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati