Skip to content

Il Cinemaniaco – La scorpacciata di Natale

Da Spiderman a Sing2, da Chi ha incastrato Babbo Natale e West Side Story a Clifford. Ce n’è per tutti i gusti
Cinema

GROSSETO. Le feste di Natale e il cinema sono da sempre un’accoppiata vincente per trascorrere qualche ora di svago e divertimento per tutte le famiglie. Il cartellone proposto quest’anno, con le dovute precauzioni anti Covid-19 da seguire scrupolosamente, propone una gran varietà di film: da quelli fantastici e d’azione, alla commedia e alle risate. Al cinema si entra solo con il Green pass e indossando la mascherina Ffp2.

 

Spider-Man: No Way Home

L’Uomo Ragno è forse uno dei supereroi dell’immaginario Marvel più divertenti in assoluto, forse per la giovane età dello “spara ragnatele”, o forse per i nemici storici con cui deve combattere. Questa volta però l’identità dell’Uomo Ragno viene rivelata a tutti, e non riesce più a separare la sua vita normale dalla vita da supereroe, e quando chiede aiuto al Dottor Strange, lo costringe a scoprire cosa significa veramente essere “Spider-Man”.

Spider-Man: No Way Home (Usa 2021 azione, avventura fantascienza, durata 148 minuti).

Regia di Jon Watts; casa di produzione Marvel Studios, Columbia pictures; distribuzione Warner Bros.; sceneggiatura di Erik Sommers, Chris McKenna; fotografia di Mauro Fiore; montaggio di Jeffrey Ford, Leigh Folsom Boyd; scenografia di Rosemary Brandeburg, Emmanuelle Hoessly; musica composta da Michael Giacchino; costumi di Sanja Milkovich Hay;  produttori Kevin Feige, Amy Pascal. Cast: Tom Halland, Zendaya, Benedict Cumberbatch, Jacob Batalon, Jon Favreau, Jamie Foxx, William Dafoe, Alfred Molina, Benedict Wong, Tony Rovoloni, Marisa Tomei, Andrew Garfield, Tobie Maguire.

Sing2 – Sempre più forte

Diretto da Garth Jennings, il sequel dell’omonimo film di successo vede un gruppo di animali, capitanati dal koala Buster Moon, intento a salvare il Moon Theatre dalla chiusura; l’idea è quella di organizzare una gara canora così da riportare il teatro al suo vecchio splendore. Questa volta i protagonisti dovranno abbandonare il Moon Theatre per debuttare su un palco ancora più prestigioso.

Buster sogna infatti di esibirsi al Crystal Tower Theater nell’incantevole Redshore City, ma senza nessuna conoscenza non sarà facile. Buster (voce originale Matthew Mcconaughey) e il suo straordinario gruppo di amici formato dalla scrofa Rosita (voce originale Reese Witherspoon), il porcospino rocker Ash (voce originale Scarlett Johansson), il gorilla Johnny (voce originale Taron Egerton), l’elefante Meena (voce originale Tori Kelly) e il porcellino Gunter (voce originale Nick Kroll), dovranno riuscire a entrare di nascosto nei famosi uffici della Crystal Entertainment, diretti dallo spietato lupo Jimmy Crystal (voce originale Bobby Cannavale).

Per attirare l’interesse di mister Crystal, Buster la dice grossa: assicura che farà parte del suo nuovo spettacolo la leggenda del leone rock Clay Calloway (voce originale Bono). Purtroppo Buster non ha mai conosciuto Clay e averlo nel suo gruppo è quasi impossibile. L’artista infatti, dopo la scomparsa della moglie è da più di dieci anni che non si fa più vedere in giro. Così mentre da una parte Gunter e Buster si preparano a realizzare il loro più sorprendente spettacolo teatrale, dall’altra per far fronte alle minacce di mister Crystal Mount, dovranno trovare e convincere il solitario Clay ad unirsi a loro.

La critica di Sing 2

Numeri musicali coinvolgenti, grandi classici degli U2 nella colonna sonora e trovate visive davvero divertenti: sono questi gli ingredienti di base di Sing 2. Tanto da risultare superiore al primo film del 2016, anche nel proporre un repertorio di buoni sentimenti e di ottimismo che sa tanto di “Perché anche io valgo”, inteso però nel modo giusto e senza esagerazioni. La precisione con cui Jennings è in grado di attirarsi le nostre simpatie, e la sua abilità nel premere i pulsanti giusti al momento giusto per assicurarsi il nostro coinvolgimento emotivo, sono ulteriormente migliorate col tempo.

Sing2 – Sempre più forte (Usa 2021, animazione, commedia durata 92 minuti)

Regia di Garth Jennings, casa di produzione distribuzione Universal Pictures, musica composta da Joby Talbot, sceneggiatura di Hammer & Tongs, produttori Janet Healy e Cris Meledandri. Cast: Matth ew McConaughey/Buster Moon, Reese Witherspoon/Rosita, Scarlett Johansson/Ash.

Chi ha incastrato Babbo Natale?

Chi ha incastrato Babbo Natale è il film natalizio diretto da Alessandro Siani con accanto una delle icone della comicità festiva italiana, Christian De Sica nei panni di Babbo Natale. Il film racconta come la magia del Natale sia a rischio a causa della Wonderfast, un’azienda che si occupa di consegne online, nota in tutto il mondo.

La ditta primeggia nel mercato del suo settore, ma c’è un solo periodo dell’anno nel quale si ritrova a essere la seconda: il Natale e questa cosa alla Wonderfast non va proprio giù. Per questo l’azienda corrompe il capo degli elfi di Babbo Natale per convincerlo a far entrare nella fabbrica Genny Catalano, un truffatore noto come “re dei pacchi”, nei panni di un nuovo manager che deve gestire le consegne.

Il compito di Genny è quello di far arrivare nelle case non i doni tanto attesi, ma dei veri e propri pacchi farlocchi, così da screditare l’efficienza di Babbo Natale. Insieme a lui, giunge al Polo Nord anche Checco uno scugnizzo di 8 anni, che aiuta e accompagna sempre il truffatore nei suoi piani. I due porteranno scompiglio al Polo, ma alla fine grazie anche agli interventi della Befana (Angela Finocchiaro), la magia del Natale riuscirà ancora una volta a brillare.

La critica di Chi ha incastrato Babbo Natale?

La missione dell’Alessandro Siani autore cinematografico è chiara e precisa: raccontare favole moderne per suscitare risate e commozione puntando al cuore del pubblico. L’attore e comico napoletano fin dal primo film, Il principe abusivo (2013), ha inseguito una leggerezza nella sua idea di cinema che potesse accontentare un’ampia fascia di spettatori con storie sul confine tra divertimento e buoni sentimenti. Chi ha incastrato Babbo Natale? è il suo primo ingresso nel territorio natalizio che si sposa perfettamente con l’impostazione fiabesca della storia facendone a tutti gli effetti un family movie mai volgare, come d’altra parte è sempre stato il suo approccio alla comicità sul grande schermo. Il regista si impegna su tutti i fronti, dalla scrittura alla recitazione nel ruolo di protagonista, supervisionando tutte le scelte creative anche a livello estetico affinché possano vestire la storia con la giusta poesia. Siani garantisce risate usa e getta per entrare nel mood ideale per poi costruire insieme ai suoi co-protagonisti Christian De Sica, Diletta Leotta e Angela Finocchiaro, situazioni comiche più elaborate mentre la storia prosegue verso il lieto fine.

Chi ha incastrato Babbo Natale (Ita 2021, commedia durata 104 minuti).

Regia di Alessandro Siani, distribuzione Vision Distribution, produttore Massimo Di Rocco, musica composta da Umberto Scipione, montaggio Valentina Mariani, sceneggiatura di Alessandro Siani e Gianluca Ansanelli e Tito Buffulini, fotografia Tani Canevari. Cast: Alessandro Siani, Christian De Sica, Diletta Leotta e Angela Finocchiaro.

West Side Story

Steven Spielberg riporta al cinema West Side Story, tratto dall’omonimo musical di Leonard Bernstein, Stephen Sondheim ed Arthur Laurents. Scritto da Tony Kushner, è il secondo adattamento cinematografico del musical del 1957 con le musiche di Leonard Bernstein, libretto di Arthur Laurents e parole di Stephen Sondheim. Il primo film è del 1961 di Robert Wise e Jerome Robbins, vincitore di 10 premi Oscar.

La storia, immortale, è quella di Romeo e Giulietta di Shakespeare, ambientata in una moderna metropoli divisa da razzismo e pregiudizi.

Due gang, i giovani immigrati portoricani Sharks, capeggiati da Bernardo, e gli americani bianchi Jets, con a capo Riff (Mike Faist) lottano per il controllo del territorio del West Side newyorkese e si scontrano ripetutamente per le strade. Durante un ballo a cui partecipano entrambe le fazioni, Maria (Rachel Zegler), sorella di Bernardo, e Tony (Ansel Elgort), un bravo ragazzo ex membro dei Jets, si innamorano a prima vista. La loro storia, appena iniziata verrà infranta dal clima d’odio che divora le due comunità, fino ad un tragico finale di sangue, morte e dolore, che darà ai superstiti la consapevolezza dell’assurdità delle loro divisioni.

La critica di West Side Story

Per il regista Steven Spielberg è il primo film musicale ma non sembra: si respira cinema e lo padroneggia alla perfezione; è capace di farti andare giù di tutto, pure un genere che non ti piace; se poi ti piace pure il genere, sei fregato. Il paradosso è che in fin dei conti per Spielberg è tutto fin troppo facile, e l’impressione è che ogni tanto abbia quasi perso un po’ di concentrazione, e si sia lasciato prendere la mano. Perché tanto sapeva benissimo che gli bastava pochissimo per riprenderti per il bavero, lasciarti con la bocca aperta e gli occhi umidi. Lo sai anche tu, e questa cosa ti secca: il film a tratti ti stucca il palato, però stai lì lo stesso. Partecipi. Guardi. Non hai scelta.

West Side Story (Usa 2021 drammatico, musicale, durata 156 minuti)

Regia di Steven Spielberg, prodotto da Twentieth Century Fox, Metro-Goldwyn-Mayer (MGM), Amblin Entertainment, distribuzione Walt Disney Company Italia, sceneggiatura di Tony Kushner, montaggio di Sarah Broshar e Michael Kahn, musica composta da Leonard Bernstein, David Newman, direttore di produzione Adam Stockhausen, Rena DeAngelo. Cast:
Ansel Elgort, Rachel Zegler, Maddie Ziegler, Rita Moreno, Corey Stoll, Brian d’Arcy James, Ana Isabelle, Reginald L. Barnes, Mike Faist, David Alvarez, Jamila Velazquez, Sean Jones, Patrick Higgins, Ben Cook, Ricardo Zayas.

Clifford – Il grande cane rosso

Diretto da Walt Becker, Clifford: Il Grande Cane Rosso racconta la storia di un cucciolo di cane di colore rosso, che viene regalato a una bambina, Emily Elizabeth (Darby Camp), per il suo compleanno da un uomo anziano molto eccentrico (John Cleese). Quando la bimba chiede quanto diventerà grande il cucciolo, l’uomo le risponde che tutto dipende da quanto affetto lei gli darà.

Emily però non immagina che sia letteralmente così, e il giorno dopo quando si sveglia si rende conto che Clifford, questo il nome del cucciolo, è cresciuto a tal punto da essere diventato un cane fuori misura: alto più di 3 metri. Con le sue enormi dimensioni il cucciolo getta il piccolo appartamento di New York, in cui vive Emily, nel completo caos. A occuparsi di questo gigantesco problema sono la sua padroncina e suo zio Casey (Jack Whitehall), che dovranno risolvere la situazione prima che la madre di Emily torni a casa. Per Emily e Casey inizia così una grande avventura, in tutti i sensi, in giro per la Grande Mela insieme al gigantesco cucciolo rosso.

Clifford – Il grande cane rosso (Usa-Canada 2021, animazione, avventura, durata )

Regia di Walt Becker, coprodotto da Paramount Pictures Studios, Scholastic,  distribuzione Eagle Pictures/Paramount Pictures Italia, sceneggiatura Justin Malen, fotografia Peter Lyons Collister, musiche John Debney. Cast: Darby Camp, Jack Whitehall, Karen Lynn Gorney, Rosie Perez, Sienna Guillory, John Cleese, Kenan Thompson, Horatio Sanz, Russell Wong.

 

 

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati