Skip to content

I granata continuano la cavalcata verso la vetta

Gara equilibrata nel primo tempo, poi l’Atletico fa entrare in campo l’attaccante Hasnaoui e la musica cambia
L'Atletico durante il riscaldamento a Grosseto www.maremmaoggi.net
L’Atletico durante il riscaldamento

di Giancarlo Mallarini

ATLETICO GROSSETO 2015: Capasso, Franci, Schiavo, Moretti, Saccà, Chiodi, Merkoqi, Marra, Urru, Seyf, Keller. A disposizione: Spuma, Mallarini, Mattioli, Elzanty, Hasnaoui. Allenatore: Paolo De Blasi.

ALTA MAREMMA: Terni, Bartalucci, Pisani, Trebbi, Accarigi, Verdiani, Baldalzi, Mecacci, Simone, Zoni, Poli. A disposizione: Spaghetti, Coralli, Vivi, Lo Re, Giusti, Bernini. Allenatore: Nello Franchi.

ARBITRO: Andrea Cava di Grosseto.

RETI: 80′ Hasnaoui, 90′ Spuma.

NOTE: espulsi Zoni (doppia ammonizione), Trebbi (proteste). Ammoniti: Marra, Capasso, Schiavo, Urru, Mecacci.

GROSSETO. I granata di mister De Blasi rilanciano le proprie velleità di classifica battendo l’Alta Maremma con un classico 2-0. L’Atletico Grosseto schierava in avanti Seyf alla sua seconda apparizione in compagnia del nuovo attaccante Keller (definitivo). In panchina sedeva la punta Aziz Hasnaoui, arrivato da poche ore dal Real Castiglione Pescaia a titolo definitivo, insieme a qualche titolare lasciato a riposo in vista della semifinale di coppa con il Batignano Calcio 1946 in programma mercoledì 15 sul sintetico della Nuova Grosseto (ore 20.30).

Un successo maturato nella ripresa

Un successo maturato nella ripresa dopo una prima frazione dove le squadre si sono equivalse senza trovare gli sbocchi necessari per rompere il ghiaccio e prendere le redini dell’incontro. I padroni di casa dimostravano qualche lacuna di dialogo dovuta ad innesti non ancora perfezionati, l’Alta Maremma non riusciva a incidere risultando piuttosto arida in fase di costruzione. Lo 0-0 all’intervallo era lo specchio fedele di quanto prodotto in campo.

Nel secondo tempo De Blasi decideva di giocare la carta del nuovissimo arrivo Hasnaoui. La soluzione produceva qualche alternativa in più ma non riusciva ad incidere. I ragazzi di Franchi riuscivano ad arginare le offensive dei padroni di casa e la partita restava in sostanziale equilibrio. Era l’espulsione di Zoni a interrompere il tema della gara. L’Atletico si faceva più aggressivo trovando poi un calcio di punizione da posizione interessante. Batteva Hasnaoui la cui traiettoria batteva Terni, 1-0. Il rosso diretto a Trebbi frenava definitivamente le velleità dell’Alta Maremma. Era Spuma, sul filo di lana, a firmare il 2-0 definitivo.

Il tecnico Franchi a fine gara: «Per più di un’ora siamo stati in partita, la prima espulsione ci ha penalizzati facendoci perdere certi meccanismi. Non è un dramma, restiamo attaccati all’alta classifica e abbiamo due gare in meno. Cercheremo di chiudere l’anno solare nel migliore dei modi per trascorrere un Natale, sportivamente parlando, sereno».

Paolo De Blasi: «Non abbiamo giocato bene, ma ci siamo presi i tre punti. A lungo ci siamo adagiati al loro gioco, anche se non abbiamo rischiato nulla, la squadra non ha avuto la maturità di dare una svolta alla partita. A inizio ripresa ho fatto esordire Aziz Hasnaoui di cui conoscevo molto bene il peso specifico, l’esperienza e l’intelligenza tattica. Alla prima punizione ha fatto centro e, di fatto, chiusa la partita. Devo ringraziare il presidente Pasquale Forino bravo e tenace a chiudere la trattativa di questo attaccante, che inseguivo da tempo. Ho tenuto qualche titolare a riposo in vista della coppa e, soprattutto, della prossima trasferta in casa della capolista».

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati