Skip to content

Hockey, vincono Follonica e Grosseto

Follonica supera Montebello e Grosseto doma il Valdagno. Alice sconfitta sul campo del Viareggio
Una punizione di Saavedra

GROSSETO. Entrambe vincenti le maremmane nel campionato di hockey in serie A1. Il Galileo Follonica in formazione rimaneggiata, alla fine ha la meglio sul Montebello per 6-3, e rimane al secondo posto solitario in classifica, dietro all’imprendibile Trissino capolista a punteggio pieno. Ottima gara anche per il Grosseto: il Valdagno lotta ma deve arrendersi per 4-2.

GALILEO FOLLONICA: Barozzi, Irace; Federico Pagnini, Montigel, Llobet, Francesco Banini; Montauti, Bonarelli, Bracali, Mattia Polverini. All. Sergio Silva.

TIERRE CHIMICA MONTEBELLO: Pertegato, Nardi; Fariza, Nicoletti, Nuno Pavia, Miguelez; Fabris, Brendolin, Ghirardello. All. Luca Chiarello.

ARBITRI: Giovine e Mauro di Salerno.

RETI: pt (2-2) 13’05 Miguelez (M), 13’48 Nicoletti (M), 15’00 Francesco Banini (F), 20’01 pp Llobet (F); st 3’10 Llobet (F), 8’30 e 13’13 Federico Pagnini (F), 19’20 Bonarelli (F), 22’43 Miguelez (M).

Vittoria del cuore per il Galileo: senza gli infortunati Davide Banini, problema al tendine, e Marco Pagnini frattura allo zigomo, il Follonica di Sergio Silva batte il Tierre Chimica Montebello di Luca Chiarello per 6-3. E dire che i veneti, una delle squadre più esperte del campionato a metà tempo avevano assestato un uno-due micidiale: Miguelez e Nicoletti in pochi secondi battevano due volte Barozzi.

Poi iniziava la rimonta azzurra: la botta dalla distanza di Francesco Banini e la punizione dello spagnolo Llobet, blù a Fariza, mandavano sul 2-2 al riposo le squadre. Ad inizio ripresa assist al bacio di Federico Pagnini per Llobet e il vantaggio dava forza al Follonica che da quel momento prendeva in mano la gara. Fede Pagnini metteva dentro il 4-2 dopo un attacco arrembante. Pertegato sventava la punizione di Llobet, blù a Nicoletti, ma nulla poteva ancora su Pagnini per il 5-2. Sul 10° fallo dei maremmani, Barozzi sventava su Soares Paiva e Bonarelli invece insaccava il 6-2 in mischia. La rete di Miguelez fissava il definitivo 6-3.

EDILFOX GROSSETO: Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, L.Biancucci, S.Paghi, Franchi, Cabella. All. Federico Paghi.

WHY SPORT VALDAGNO: Sgaria, Fongaro; Motaran, De Oro, Piroli, Clodelli, Ciocale, Cocco, Gonzalez, Manuel Mir. All. Diego Mir.

ARBITRI: Franco Ferrari e Louis Antony Hyde.

RETI: pt (2-1) 2’47 Piroli (V), 18’51 S.Paghi (G), 22’01 Franchi (G);  st 2’46 Motaran (V), 4’57 Saavedra (G), 17’20 Franchi (G)

L’Edilfox inaugura la pista “Mario Parri” di via Mercurio battendo il Valdagno per 4-2 al termine di una partita bella e impegnativa, per la determinazione degli avversari che nel primo tempo sono rimasti in vantaggio per un oltre un quarto d’ora.

La squadra di Federico Paghi ha avuto una bella reazione, che le ha permesso di chiudere in vantaggio il primo tempo. Nella ripresa, dopo aver risposto alla rete di Motaran, hanno legittimato il successo con una serie di occasioni e due tiri diretti sbagliati, prima del gol definitivo di Franchi. Un successo che va ulteriormente avvicinare la qualificazione alle finali di Coppa Italia, con otto punti di vantaggio sulla nona, il Monza. La gara non era iniziata bene. Al 3’ Piroli sorprende Menichetti con un tiro dalla destra. Immediata la reazione grossetana, con Paghi e Mount che sfiorano a più riprese il pareggio.

La difesa vicentina resiste agli assalti locali. All’11’ gli arbitri non sanzionano un brutto fallo su Mount, mentre al 13’ è Menichetti a compiere un mezzo miracolo su Clodelli. Franchi al 15’ si mette in proprio ma Sgaria si fa trovare pronto. Negli ultimi dieci minuti Paghi prova la carta Cabella per dare maggiore velocità alla manovra del Cp. E proprio sull’enfant-prodige arriva il fallo da espulsione di Ciocale.  Capitan Saavedra si fa parare il tiro diretto ma in power play Stefano Paghi firma il meritato pareggio. Negli ultimi cinque minuti la pista Parri si scalda per un rigore negato a Franchi.

Ma lo stesso Franchi  fa esplodere di gioia per un gran tiro centrale che buca Sgaria e che porta in vantaggio l’Edilfox, che va così al riposo sul 2-1. La ripresa si apre con il pareggio ospite, grazie ad una punizione dell’ex Follonica Motaran. Passano appena due minuti e il capitano Saavedra mette in fondo alla rete il 3-2 e qualche istante dopo Mount sfiora il poker. L’inglese, all’8’, si fa anche parare da Sgaria un tiro diretto concesso per il decimo fallo di squadra del Why Sport.  A 12’16 Alex Mount viene steso in area: rigore e cartellino blù per l’Edilfox. Il penalty di Rodriguez va a sbattere però sul palo e Sgaria neutralizza il successivo tentativo di Rodriguez. A 7’40 Franchi s’inventa un gran gol, infilando la palla tra palo e portiere. E’ la rete che taglia definitivamente le gambe alla squadra di Diego Mir e fa volare verso tre punti d’oro il Grosseto.

«È stata una bella partita, giocata con grande intensità – ha commentato coach Paghi a fine gara – quando si poteva dilagare si è messo di mezzo un grande portiere, anche se devo dire che ha fatto belle parate anche il nostro Menichetti. Valdagno è una bella squadra. Con questo successo facciamo un altro passettino verso la salvezza e per la qualificazione alla Coppa Italia. Tutta la squadra ha giocato bene. Bravi».

Hockey, il quadro alla decima giornata

I risultati della decima di campionato

  • Hp Matera-Gamma Sarzana 2-3,
  • Engas Vercelli-Telea Medical Sandrigo 5-3,
  • Galileo Follonica-Tierre Montebello 6-3,
  • Wasken Lodi-Gsh Trissino 3-6,
  • Edilfox Grosseto-Why Sport Valdagno 4-2,
  • Teamservicecar Monza-Bidielle Correggio7-5;
  • domenica: Ubroker Bassano-GDS Forte dei Marmi.

Classifica

  • 30 Trissino,
  • 23 Follonica,
  • 21 Vercelli,
  • 19 Grosseto,
  • 18 Forte dei Marmi,
  • 17 Bassano,
  • 16 Lodi,
  • 13 Sarzana,
  • 11 Monza,
  • 9 Montebello e Valdagno,
  • 8 Sandrigo,
  • 4 Correggio,
  • 0 Matera.

Serie A2, Alice Grosseto cade a Viareggio (6-4)

CGC VIAREGGIO: Torre, Poli; Puccinelli, Muza, Lombardi, gemignani, Raffaelli, Rosi, Deinite, Palla. All. M.Mariotti.

ALICE GROSSETO: Bruni, Vittoria Masetti; Achilli, Salvadori, Borracelli, Rosati, Bardini, Nerozzi, Alfieri, Bianchi. All. Ciupi.

ARBITRO: Uggeri di Lodi.

RETI: pt (2-1) 8’16 Gemignani (V), 22’50 Rosi (V), 24’43 Salvadori (G); st 2’52 Achilli (G), 3’06 Puccinelli (V), 13’06 Raffaelli (V), 20’27 Muza (V), 22’13 e 24’07 Alfieri (G), 24’56 Puccinelli (V).

Il Circolo Pattinatori Alice torna dalla trasferta contro il CGC Viareggio con una sconfitta (6-4) piena di rimpianti.

I ragazzi di Michele Achilli hanno giocato alla pari con la corazzata versiliese guidata da Massimo Mariotti. Dopo il gol iniziale dell’ex “Gassino” Gemignani, che a 41 anni sta giocando sempre da protagonista, i biancorossi hanno provato a pareggiare, ma subendo il raddoppio di Rosi.

Tra la fine del primo tempo e l’inizio della ripresa Salvadori (con un tiro da fuori) e Achilli (su un contropiede veloce, su passaggio di Borracelli) hanno permesso di pareggiare i conti. Il CGC, che ha trovato sulla sua strada un Tommaso Bruni in grande serata (ha parato anche due punizioni di prima) è riuscito però a tornare in vantaggio e ad allungare fino al 5-2. Ad Alice non è bastata una bella rimonta con la doppietta di Lorenzo Alfieri, la prima rete è arrivata su una palla alta colpita al volo e la seconda su assist di Nerozzi. A fil di sirena i viareggini hanno trovato il 6-4 finale, con il Grosseto proiettato tutto in attacco in cinque giocatori, senza portiere.

La palla rinviata dalla difesa del Viareggio è andata nella porta grossetana sguarnita, dopo una sfortunata carambola. Decisive per il risultato finale una serie di parate del portiere locale Emiliano Torre.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati