Skip to content

La Gea Basket passa a Piombino

Grande prova dei ragazzi di Crudeli, Piccoli ne fa 24. Le ragazze cadono sul campo di Perugia
Giovanni Piccoli, 24 punti a Piombino
Giovanni Piccoli, 24 punti a Piombino

MP Esco Piombino-Gea Grosseto 59-77

MP PIOMBINO: Spagli, Alfarano 5, Mezzacapo 15, Biagetti 2, Federighi 1, Ignarra 4, Manetti 16, Gherardini 4, Mancino, Mazzella, Riccardi 11. All. Caciagli.

GEA GROSSETO: Battaglini, Bambini 3, Roberti 12, Morgia 12, Furi 11, Simonelli, Scurti 5, Romboli 4, Mazzei, Baccheschi, Mari 9, Piccoli 24. All. Pablo Crudeli.

ARBITRI: Ursi di Livorno e Benenati di Cecina.

PARZIALI: 13-11, 30-30; 48-54.

NOTE: usciti per falli Alfarano e Riccardi. Debutto in serie D di Federico Baccheschi, classe 2004.

 

La Gea Basketball Grosseto torna da Piombino con due punti importantissimi (77-59 il finale), nella terza giornata del campionato di serie D, al termine di un incontro impegnativo. Con un gruppo di giovanissimi, intenzionato a dimenticare la batosta contro la Fides Livorno, i ragazzi di Pablo Crudeli hanno avuto inizialmente difficoltà, tanto che sono andati al primo riposo sotto di due punti, con il passare dei minuti, però, Furi e compagni hanno rallentato il ritmo e si sono rimessi in partita, andando all’intervallo lungo sul 30-30.

Al ritorno dagli spogliatoi e dopo il faccia a faccia con il coach, la Gea è apparsa trasformata e ha preso in mano la partita, portandosi subito in vantaggio e presentandosi poi ai dieci minuti finali con un margine di sei punti, ampliato a diciotto alla sirena finale. L’obiettivo dei due punti, per preparare al meglio il difficile impegno di domenica prossima in via Austria contro il Calcinaia è stato dunque centrato, anche i ragazzi peccano ancora in continuità ed attenzione. Rispetto ai primi 80 minuti si è vista una maggiore grinta sotto i tabelloni e questo ha permesso di lasciare l’MP Esco Piombino sotto i sessanta punti.

Grande protagonista in casa Gea Giovanni Piccoli, che ha disputato un match sopra le righe con 24 punti, divisi equamente nei due tempi e sono stati proprio i suoi dieci punti nel secondo quarto a dare la spallata giusta alla partita, a permettere di rientrare definitivamente in corsa. Il ragazzo, rientrato in serie D dopo un anno in Prima divisione con Alessando Goiorani, è apparso maturato, ha acquisito esperienza e può dare una mano alla formazione grossetana, che ha messo insieme la seconda vittoria dell’anno su tre incontri disputati.

La Gea femminile cade a Perugia

Sisas Perugia-Gea Grosseto 96-42

SISAS PERUGIA: Soli 2, Nana 6, Ricci 9, Agrestini, Aquinardi 10, Cernicchi 7, Cragnolino 8, Sartor 10, Manganello 10, Vescovi 10, Presta 8, Cardinali 16. All. Bencivenga.

GEA GROSSETO: Nermettini 7, Cipolletta, Vallini 20, Bellocchio 8, Simonelli 1, Nunziatini, De Michele 2, Lambardi, Pepi, Cazzuola, Faragli, Di Stano 4. All. Luca Faragli.

ARBITRI: Rexhinald di Orvieto e Lupetti di Foligno.

PARZIALI: 24-5, 51-14; 78-20.

USCITA PER FALLI: De Michele.

 

Disco rosso per le ragazze della Gea Grosseto nella terza giornata del campionato di serie B sul parquet della Sisas Perugia (96-42) al termine di un incontro che ha confermato le previsioni della vigilia. La formazione di Luca Faragli ha fatto quel che ha potuto contro un avversario che ha ribadito sul campo di poter essere una delle formazioni in grado di lottare per un posto nella categoria superiore. Le umbre, con il dente avvelenato per essere state battute dalla Gea nella gara disputata prima dello stop per la pandemia nel marzo 2020, hanno iniziato forte e dopo dieci minuti hanno accumulato un vantaggio di venti punti, che è diventato di 37 all’intervallo. Dopo essere arrivate sotto di sessanta punti, le grossetane, complice un allentamento della presa da parte del Perugia, hanno cominciato a segnare nell’ultimo quarto, vincendo il parziale di quattro punti, 22-18, chiudendo con un bottino record di punti, 42.

«Ho chiesto alla ragazze – dice Luca Faragli – un ultimo sforzo, un segnale di vitalità, dopo una gara nella quale siamo state costrette a subire la superiorità tecnica e fisica della squadra di casa. Sono stato ascoltato e finalmente abbiamo cominciato a tirare bene, anche se sappiamo che Perugia era già con la testa al prossimo incontro. Sono soddisfatto di questo finale e da qui dobbiamo ripartire dal prossimo allenamento, cercando di credere nelle nostre possibilità».

Alla fine dei 40’ è stata la grossetana Teresa Vallini la miglior realizzatrice dell’incontro, con venti punti, arrivati grazie a sette canestri da due, a due bombe e ad un libero. Brava anche Bianca Bellocchio. Debutto stagionale e in serie B per Federica Cipolletta e Margherita Pepi, che avranno il tempo per ambientarsi con il nuovo gruppo.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati