Skip to content

Focolaio di covid nella Rsa di Manciano

L’assessore comunale Valeria Bruni: “Situazione sotto controllo”. A Grosseto si svuota la terapia intensiva Covid
Immagine di coronavirus al microscopio

MANCIANO. 14 ospiti della Rsa di Manciano positivi al Covid, tra cui anche alcuni operatori dell’assistenza. Nel comune collinare oggi, 30 settembre, sono 11 i nuovi casi di Covid, per un totale di 33 persone colpite dal coronavirus e 5 guariti.

Il focolaio che sta interessando la residenza per anziani, comunque «è sotto controllo – assicura l’assessore alle Politiche sociali, Valeria Bruni – poiché nessuno degli ospiti ha avuto bisogno del ricovero e le condizioni di salute sono buone. Segno che il vaccino funziona, soprattutto nei soggetti più fragili nei quali sono frequenti le complicanze dell’infezione», ci tiene a sottolineare Bruni, ricordando l’impegno del comune per le vaccinazioni, in termini di somministrazioni e di campagne di sensibilizzazione, a partire da quella sui social che ha coinvolto la disegnatrice grossetana Dominga Tammone.

Non a caso, al centro vaccinale allestito al palazzetto dello sport di Manciano, nel periodo di apertura dal 18 giugno al 25 settembre, sono state somministrate 2.349 dosi di vaccino, secondo i numeri della Asl. E tra i vaccinati, oltre ai mancianesi, anche molti turisti e persone di passaggio che hanno approfittato dell’occasione per avviare o completare il percorso di immunizzazione.

E proprio oggi, la Regione ha annunciato che da lunedì, 4 ottobre, in Toscana partirà la somministrazione della terza dose di vaccino nelle Rsa e agli over 80, anche se in questo caso non saranno moltissimi i cittadini che potranno fare la terza dose da subito, poiché devono essere trascorsi sei mesi dall’inoculazione della seconda. Per vaccinarsi, ci si può rivolgere ai centri vaccinali, alle farmacie e ai medici di famiglia.

20 nuovi positivi in provincia di Grosseto e si svuota la terapia intensiva

I nuovi casi di Covid in Maremma, oggi sono 20, con un balzo in avanti di più del doppio rispetto a ieri. 8 sono nella fascia di età degli over 80, legati al caso di Manciano, ma ben 5 sono tra i 35 e i 49 anni e 4 nella fascia 50-64.

E finalmente non ci sono più ricoverati nel reparto di terapia intensiva Covid all’ospedale Misericordia. Non succedeva da giugno 2020, quando l’ultimo paziente si lasciò alle spalle la rianimazione e per oltre due mesi non ci furono altri ricoveri.  Restano, invece, 5 i letti occupati in malattie infettive.

I nuovi positivi sono a Manciano (11) a Grosseto (3), a Santa Fiora (2), a Monte Argentario (2), a Gavorrano (1) e a Santa Fiora (1). I positivi in carico alla Asl sono 258, dei quali 235 a domicilio. I contatti stretti in quarantena sono 615, i guariti 12.

 

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati