Skip to content

La Gessi Roccastrada passa alla multinazionale Fibran

Il gruppo di Salonicco ha acquisito il 100 per cento dell’azienda della famiglia Beltrami
Lo stabilimento di lavorazione gessi di Roccastrada
Lo stabilimento di lavorazione gessi di Roccastrada

ROCCASTRADA. La Gessi Roccastrada srl, la storica azienda della famiglia Beltrami leader nell’estrazione e lavorazione del gesso, proprietaria di una delle più importanti cave naturali di questo materiale, è stata acquisita al 100 per cento dalla multinazionale greca Fibran spa, già presente con i propri stabilimenti di trasformazione a Roccastrada dal 2009. L’accordo è stato raggiunto martedì e mette il sigillo su un’operazione in ballo da tempo, destinata a rafforzare le aziende su un mercato, quello dei lavorati in gesso, in continua espansione.

A monte della scelta della Fibran di acquisire l’azienda dei Beltrami, infatti, oltre a una crisi della Gessi Roccastrada che avrebbe messo a rischio posti di lavoro, ci sarebbe  il forte aumento di domanda del prodotto finito, legata al “superbonus” e all’uso sempre più spinto di prodotti isolanti derivati dalla lavorazione del gesso, per interni ed esterni. Dunque la necessità di un prodotto di altissima qualità, come quello estratto in circa 100mila tonnellate annue dai 400 ettari di cave in località Tamburino, nelle colline sotto il paese di Roccastrada. L’acquisizione interessa almeno un centinaio di lavoratori ed è stata seguita dai tre sindacati confederali di categoria.

Grazie a questa operazione che le consente una maggiore disponibilità di materia prima e alla storica specializzazione di Gessi Roccastrada nella produzione di manufatti a base gesso, infatti, Fibran entra dalla porta principale di un’altra importante fetta del mercato edile italiano, per il quale produce materiale commercializzato con i marchi FIBRANgyps (pannelli, lastre in cartongesso, lastre per esterno e accessori per i sistemi a secco), FIBRANgeo (pannelli in lana di roccia) e FIBRANxps (pannelli in polistirene espanso estruso).

«In meno di 50 anni, Fibran, da impresa a conduzione familiare si è trasformata in un’organizzazione multicolturale», afferma Konstantinos Psaroulis, Ceo dell’azienda fondata nel 1974 a Salonicco da Dimitrios Anastasiadis, oggi gruppo industriale multinazionale con 15 linee di produzione, stabilimenti in 7 nazioni europee, tra cui quello di lastre di cartongesso di Poggio Olivi a Roccastrada acquisito nel 2009, attività commerciali in 63 Paesi nel mondo e 700 dipendenti.

«Il core business del gruppo, guidata dalla figlia del fondatoreMaria Anastasiodou – aggiunge Psaroulis – è incentrato sulla produzione di materiali per l’isolamento termoacustico e la protezione passiva dal fuoco nell’edilizia civile e industriale. Con l’acquisizione di Gessi Roccastrada, oltre a garantire un importante approvvigionamento di materia prima di elevata purezza per manufatti di alta qualità, possiamo ampliare le nostre soluzioni costruttive a secco rispondendo a una domanda sempre più esigente nel mercato nazionale e internazionale. Inoltre, avvalendoci di personale e processi altamente qualificati e specializzati, rafforzeremo la nostra presenza sul territorio, in linea con i nostri obiettivi di sostenibilità per soluzioni sempre più rispettose dell’ambiente».

 

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati