Skip to content

Falsifica fustelle dei prodotti per celiaci: maxi sanzione

Le firme dei clienti e le fustelle erano state falsificate per ottenere più di 30.000 euro di rimborso da parte dell’Asl
Il tribunale di Grosseto
Il tribunale di Grosseto

GROSSETO. Aveva certificato di aver venduto attraverso la società Trinacria srl prodotti per celiaci per un totale di oltre 30.000 euro, falsificando anche le firme di 18 clienti per ottenere il rimborso da parte dell’Asl di quella cifra.

Ed era riuscito a farlo, falsificando 5.843 fustelle di “Cereal Bisco”, per un importo totale di 20.535 euro e 1.990 fustelle di Agluten, farina senza glutine per preparazioni dolci e salate della Nove Alpi di Pistoia, per un totale di 9.930 euro.

Le fustelle poi, erano state apposte sui moduli “Dispensazione presidi celiachia” che erano stati presentati all’Asl Toscana Sud Est, che aveva rimborsato alla società finita nei guai, le cifre richieste. L’Asl aveva poi anche rimborsato alla Trinacria altri 3.400 euro, a fronte di 681 fustelle falsificate di farina per celiachi.

A difendere la società davanti al giudice per le indagini preliminari Marco Mezzaluna è stato l’avvocato Fabio Tiezzi che ha chiesto di patteggiare per la responsabilità amministrativa legata al reato di truffa che era stato contestato alla società: con il consenso del sostituto procuratore Giampaolo Melchionna, la Trinacria srl è stata multata per un importo di 12.900 euro.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati

error: Content is protected