Skip to content

Due donne muoiono di Covid. Non erano vaccinate

Salgono a 244 i morti dall’inizio della pandemia. 666 i nuovi positivi, mentre scendono a 41 i ricoverati in malattie infettive e a 6 in rianimazione
Medici e infermieri n malattie infettive Covid
Personale sanitario in malattie infettive Covid all’ospedale di Grosseto

GROSSETO. Due donne sono morte ieri, 7 gennaio, nell’area Covid dell’ospedale Misericordia. Sono due grossetane di 63 e e 75 anni ricoverate rispettivamente il 13 novembre e il 24 di dicembre in malattie infettive, successivamente trasferite in terapia intensiva, dove sono decedute. Entrambe non vaccinate, la più giovane non risulta avesse particolari altre patologie.

La conta impietosa dei morti in questi questi quasi due anni di pandemia è arrivata quindi a 244 vittime, mentre i nuovi positivi ieri erano 666 contro i 430 del giorno prima, su 2.884 tamponi, che il 6 gennaio si erano invece fermati a 1.675. Scende di oltre due punti percentuali l’indice di contagio, da 25,6 a 23 per cento, scendono anche i ricoveri in malattie infettive, da 43 a 41, e in terapia intensiva, da 7 a 6.

Anche ieri, le fasce di età più colpite sono state quelle 0-18, 19-34, 35-49, 50-64, rispettivamente con 96, 193, 161, 150 nuovi casi. I positivi in carico alla Asl erano 1.743 e i contatti stretti in quarantena sono scesi a 1.240, mentre le persone guarite sono 231.

I nuovi positivi per comune

Per quanto riguarda la distribuzione sul territorio provinciale, il report segnala per ieri 289 a Grosseto, 66 a Follonica, 39 a Monte Argentario, 35 a Orbetello, 27 a Pitigliano, 26 a Castiglione della Pescaia, 25 a Massa Marittima e a Gavorrano, 15 a Manciano, 12 a Cinigiano, 11 a Scarlino e Arcidosso, 10 a Capalbio, 9 a Civitella Paganico e a Magliano in Toscana, 8 a Campagnatico, 7 a Roccastrada, Santa Fiora e Sorano, 6 a Scansano, 5 a Monterotondo Marittimo, 4 a Montieri, 3 a Castel del Piano, Seggiano e Roccalbegna, 2 a Castell’Azzara, 1 a Isola del Giglio e Semproniano.

 


 Non ti perdere una notizia, iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati

error: Content is protected