Skip to content

Dj e spacciatore arrestato ad Amsterdam

Era stato trovato a Bologna nel 2009 con quasi un quintale di marijuana, si era rifugiato in Olanda
Pattuglie della polizia
Una pattuglia della polizia

GROSSETO. Hashish e marijuana a chili, denaro contante per 135mila euro: l’operazione della guardia di finanza che portò in carcere quattro persone a Bologna nel 2009, ha ancora strascichi: un grossetano di 43 anni è stato arrestato dagli uomini della squadra mobile della questura di Grosseto insieme ai colleghi della polizia di Frontiera dell’aeroporto di Fiumicino. Deve scontare una pena di 6 anni, 5 mesi e 29 giorni di reclusione oltre a 44.000 euro di multa.

Alessandro Affede, 43 anni, era conosciuto non solo nel bolognese ma anche all’estero con il nome di Boomdraw dj. Nel 2009, quando finì in carcere, era conosciutissimo nell’ambiente reggae: oltre che in Italia, aveva organizzato diversi festival internazionali.

L’uomo era già stato arrestato il primo luglio ad Amsterdam, in Olanda, dov’era stato rintracciato dagli uomini della mobile e dal Servizio di cooperazione internazionale tra le forze di polizia.

Arrestato nel 2009 a Bologna, il dj grossetano era poi finito in carcere anche nel 2011, questa volta a Grosseto, perché, mentre era ai domiciliari, aveva fatto perdere le proprie tracce, nonostante dovesse scontare una condanna a 8 anni, 4 mesi e 44.000 euro di multa. Poi si era rifugiato ad Amsterdam, dov’è stato arrestato a luglio.

 

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati