Skip to content

Il cormorano e l’anguilla, quando la fotografia è arte

Lo splendido scatto di Aldo Giuliani alla Diaccia Botrona. Sveglia all’alba per realizzare una foto unica. Il racconto
Il cormorano e l’anguilla, alla Diaccia Botrona

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA. La meraviglia della natura in uno scatto. Questa foto splendida è di Aldo Giuliani, uno che non è nuovo a fare fotografie eccezionali. Le sue immagini dei fenicotteri rosa, qualche settimana fa, hanno appassionato la Maremma. Stavolta, alla Diaccia Botrona, con il suo obiettivo ha “fermato” un cormorano, proprio mentre aveva appena catturato una grossa anguilla. La meraviglia e la legge della natura in uno scatto.

Una mattinata a “caccia” di scatti spettacolari

È lui stesso a raccontare, in un post su Facebook, com’è andata la “caccia” con il teleobiettivo.

«Stamattina altra alzataccia… – scrive in un post – sveglia alle 5.30. Caffe, mi vesto al volo ed esco. Ovviamente appena apro la porta inizia a diluviare, ma sono fiducioso e mi metto in marcia. Mezz’oretta di macchina e sono al parcheggio. Nel mentre la pioggia è aumentata e tira anche un vento fortissimo. È ancora buio pesto. Aspetto qualche minuto ma non accenna a diminuire, così mi copro per bene, carico l’attrezzatura e mi faccio i 7/800 metri nel fango per arrivare al capanno. Appena arrivato scopro che legno, più pioggia, più terra non serve a fare attrito e ovviamente mi ritrovo sdraiato nella mota dopo uno scivolone da cinema».

Aldo Giuliani

«Tutto dolorante ma con l’attrezzatura integra mi apposto per osservare le prime luci dell’alba. C’è un silenzio bellissimo… solo il rumore della pioggia e del vento, interrotto qua e là dal suono di qualche uccello acquatico. Alle 7 la situazione si fa più chiara e si comincia a vedere un po’ di attività nel padule… aspetto… aspetto… e aspetto ancora… alle 8 un cormorano si tuffa a pesca (di solito non mi piacciono da fotografare, ma era proprio davanti a me), non gli do tanta importanza, ma quando riemerge si butta sulla terra ferma con questa anguilla gigante! Ed eccolo lì il motivo per cui prendo acqua, vento, fango e sveglie presto! Perché lo spettacolo della natura si merita il massimo rispetto!»

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati

error: Content is protected