Skip to content

Coppa Passalacqua verso la volata finale

Numeri, statistiche, curiosità: tutto quello che c’è da sapere prima del rush finale
Un altro momento di Venturina-Alberese
Un’immagine di una gara della Coppa Passalacqua (foto Giacomo Aprili)

GROSSETO. La coppa Passalacqua è arrivata sul rettilineo del traguardo.  Domenica 26 settembre si consumerà la prima semifinale, lunedì 27 settembre la seconda, poi a capofitto verso la finalissima di giovedì 30 settembre. Un crescendo da orchestra sinfonica.

Alle spalle restano le 20 partite della fase eliminatoria con la loro scia di numeri. Il totale delle reti segnate ha toccato quota 87 (48 il girone A, 39 il B) per una media di 4,35 a partita, una autorete (Lorenzo Berardini del Roselle), tre i rigori assegnati, tutti trasformati.

Un solo 1-0 (Invictasauro – Nuova Grosseto), solamente un cartellino rosso (il portiere Cacciabaudo dell’Alberese). Molto curiosa e rara l’assenza di pareggi.

Le partite con il massimo numero di reti si sono materializzate nel girone A: Braccagni – Venturina 0-7 e Atletico Piombino – Alberese 6-1. La classifica marcatori: Stefano Galli (Roselle) 7 reti; Besnik Kasa (Follonicagavorrano) e Federico Canapini (Venturina) 5; Leonardo Cavaglioni (Atletico Piombino), Luca Ramazzotti (Follonicagavorrano) Riccardo Fusini (Roselle), Michele Piani (Atletico Piombino), Mirko Bertini e Mattia Palmieri (Venturina), Elandro Olandese (Invictasauro) 3.

Confermati tutti i riconoscimenti: saranno premiate le squadre terze classificate, il miglior portiere (premio intitolato a Marco Maffei), miglior giocatore (Renzo Trovò), il gol più bello (Massimiliano Gambassi), migliore arbitro (Gabriele Carlotti), giocatore più corretto e collaborativo (Ennio Mazzi), coppa disciplina (Gabriele Lozzi), giocatore più combattivo (Arturo Provvisionato), gli allenatori finalisti, la terna della finale, il capocannoniere (Marco Severi), l’allenatore vincente la coppa Passalacqua (premio A.I.A.C.), 2ª squadra classificata e 1ª squadra classificata.

Il premio alla carriera è stato assegnato a Rosanna Conti Cavini, gli verrà consegnato da Franco Rossi presidente del Panathlon. Il premio “Una vita per lo sport” dell’assessorato allo sport del Comune di Grosseto a Gianni Canuti delegato regionale F.I.G.C., a consegnarlo l’assessore Fabrizio Rossi.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati