Skip to content

«Una città viva e inclusiva»: l’appello al voto del Pd

A chiusura della campagna elettorale, i democratici si rivolgono agli elettori: «Grosseto ha bisogno di tranquillità per tornare a crescere»
I candidati del Pd davanti al gazebo
I candidati della lista del Pd davanti al gazebo

GROSSETO. «Solidale, inclusiva, aperta». Questa la Grosseto che il Pd vuole, la Grosseto descritta nel programma dei democratici e condivisa dai  candidati e dal candidato sindaco. «È stata una campagna elettorale coinvolgente, che ha visto emergere la nostra idea di città – dicono dall’Unione comunale del Pd – Che ha messo in campo tutto il Pd all’interno di una coalizione larga e innovativa. Un coalizione che tiene insieme il movimento 5 stelle, la sinistra, Europa verde, i movimenti civici, sulla base di un programma comune e di percorsi condivisi».

L’Unione comunale del Pd prosegue con l’analisi dell’attuale situazione.

«Abbiamo trovato una città divisa e frammentata da una giunta che per 5 anni ha nascosto i problemi sotto il tappeto, dietro a slogan roboanti quanto vuoti – dicono –  Una città non più attenta a chi ha difficoltà che non dà risposte ai commercianti e al mondo del lavoro. Con noi sarà una città diversa. Punteremo sullo sviluppo, faremo rivivere il centro storico e le frazioni. La nostra sarà una città solidale ed inclusiva che non ha bisogno di cercare il nemico, come ha fatto per 5 anni la destra, ma ha bisogno di porre al centro i suoi cittadini. Sarà una città integrata col suo territorio rurale, dimenticato da tempo dalla politica. Immaginiamo un rinnovato senso delle istituzioni, un comune vicino ai cittadini, efficiente, trasparente: Grosseto, dopo il fallimento del sindaco che si credeva Superman ha bisogno di normalità e tranquillità per affrontare le sfide del futuro. Ha bisogno di dialogare con gli altri enti per raccogliere le sfide del Pnrr: i prossimi 5 anni saranno vitali per delineare la Grosseto del futuro e noi la vogliamo verde e sostenibile, non grigia e costellata di palazzi vuoti e centri commerciali. Confidiamo, con questo appello al voto, nel sostegno di tutti, convinti che da lunedì potremo cambiare davvero».

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati