Skip to content

Cinigiano, il bilancio: scatta la caccia agli evasori

Molti i progetti del Comune che non tocca Imu e Irpef, ma prevede un importante lavoro di recupero delle tasse non pagate
La sindaca Romina Sani e una veduta di Cinigiano
La sindaca Romina Sani e una veduta di Cinigiano

CINIGIANO. Sono tantissimi i lavori previsti dal Comune di Cinigiano con il bilancio di previsione, approvato in questi giorni.

Il piano triennale 2022/2024 delle opere pubbliche prevede interventi di riqualificazione in Borgo Santa Rita, Sasso d’Ombrone, Castel Porrona, Cinigiano e interventi di edilizia scolastica, il consolidamento della palestra comunale, la valorizzazione della rete ciclopedonale, il consolidamento del muro del parco giochi di Castiglioncello Bandini, la ristrutturazione dell’edificio polifunzionale in Cinigiano e la  strada comunale Tribolone Siloe.

«Approvare il bilancio di previsione entro fine anno consente la piena operatività dell’ente sin da subito – afferma la sindaca di Cinigiano Romina Sani – Per questo, sebbene il termine per l’approvazione del bilancio di previsione 2022-24 sia stato posticipato al prossimo 31 marzo, l’Amministrazione comunale di Cinigiano ha presentato il bilancio entro i termini ordinari di legge».

Cingiano, una progettualità legata ai soldi in arrivo con il Pnrr

È importante – dice ancora la sindaca – essere pronti a sfruttare al meglio le occasioni del Pnrr e a tal fine sarà definita la strategia per le progettualità da presentare in tema di contrasto allo spopolamento, transizione digitale, infrastrutture, rigenerazione urbana, progettualità integrate legate ai servizi sul sociale, valorizzazione ambiente e turismo, progetti di paesaggio».

Il Comune di Cinigiano, consapevole delle difficoltà economiche che persistono legate alla pandemia, ha di nuovo pubblicato il bando che prevede contributi a fondo perduto per le piccole e micro imprese artigianali e commerciali, ubicate nel territorio e riferito all’annualità 2021 e ha applicato tutte le riduzioni Tari possibili nell’esercizio in corso sia per utenze domestiche che non domestiche, linea che proseguirà anche nel prossimo bilancio, compatibilmente con le manovre finanziarie possibili a fronte di trasferimenti statali.

Cinigiano, i progetti inviati all’esame della Regione

Nel parco progetti inviato alla Regione Toscana, nella forma di proposte progettuali,  sono stati inseriti

  • la Terrazza panoramica in via Cana a Sasso d’Ombrone,
  • il recupero casetta di sorveglianza sull’Ombrone,
  • la ristrutturazione edilizia della caserma dei carabinieri,
  • la ristrutturazione dell’edificio adiacente all’ex deposito già riqualificato in terrazza panoramica Cassero a Cinigiano,
  • la riqualificazione della torre di Piazza Marconi,
  • il recupero degli spazi parcheggio in zona Cassero a  Cinigiano e in località Volpaio Poggi del Sasso,
  • la riqualificazione del parco La Croce,
  • il recupero del fabbricato ex Quercia Porrona, qualora ne venga concluso l’acquisto,
  • la riqualificazione dell’antico pozzo a Monticello Amiata.

Nel breve e medio termine sono state confermate tutte le attività ordinarie ed essenziali: asilo nido, mensa scolastica, trasporto scolastico, confermando le agevolazioni in caso di sospensione didattica in presenza, contributi alle associazioni, manifestazioni estive, promozione del territorio, sostegno agli affitti, campi estivi e trasferimenti di risorse al Coeso –  Società della Salute per garantire servizi sociali e assistenziali per fragilità, povertà, disabilità, non autosufficienza.

Cinigiano, invariate Imu e Irpef, ma grande recupero delle tasse non pagate

Non verranno aumentate le aliquote dell’Imu e dell’addizionale all’Irpef, ma è prevista, invece, un’incisiva azione di recupero fiscale.  Sono confermate le compartecipazioni degli utenti di mensa scolastica, trasporto e nido, nella consapevolezza del momento di difficoltà che sta toccando le famiglie.

«Si ringrazia la Fondazione Bertarelli – conclude la sindaca – che sostiene una serie di importanti servizi socio-assistenziali e la compartecipazione agli interventi di riqualificazione delle scuole e dei borghi che altrimenti ben difficilmente potrebbero essere garantiti e il dottor Duccio Machetti, responsabile dell’area finanziaria per aver raggiunto l’obiettivo strategico per l’amministrazione di approvare lo strumento entro il 31 dicembre, in una situazione complessiva delicata. Con la visione e l’energia necessaria cercheremo di continuare ad amministrare al meglio il nostro territorio tenendo alto il senso di comunità e di appartenenza».

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati