Skip to content

Cerca calciatori non vaccinati per far giocare il figlio

L’annuncio di una mamma su un gruppo di Facebook di Grosseto: cerca ragazzini non vaccinati per mettere su una squadra
L’annuncio comparso sul gruppo di Facebook di Grosseto

GROSSETO. Dopo nemmeno 20 minuti dalla comparsa del post, la moderatrice del gruppo di Facebook ha chiuso i commenti. Erano troppi da gestire ed erano soprattutto risposte di genitori arrabbiati per la domanda posta da un iscritto al gruppo, forse una mamma che ha chiesto se qualcuno conoscesse ragazzini tra i 12 e i 16 anni non vaccinati che giocano a calcio per mettere su una squadra e permettere così a suo figlio di poter tornare in campo.

L’annuncio sul gruppo delle mamme

L’annuncio choc è comparso su un gruppo di Facebook  al quale sono iscritte più di 6mila persone. Si legge: «Domanda anonima» – come nella migliore tradizione delle mamme pancine, bersaglio prediletto del Signor distruggere che nei gruppi di Facebook da loro frequentati fanno domande bislacche sulla crescita dei figli e sul sesso. Qui però, incipit a parte, la richiesta riguarda il calcio.

«Ciao, volevo fare una richiesta in anonimato – si legge – Cerco ragazzini dai 12 ai 16 anni non vaccinati che giocano a calcio per fare un gruppo e perché possano continuare a giocare e allenarsi al di fuori della federazione. Cerco un allenatore. Posso dare una mano negli allenamenti e organizzazione».

Gli iscritti al gruppo, il post, lo hanno criticato subito, fin dai primi momenti. «Spero sia uno scherzo», hanno scritto. «Non andava nemmeno pubblicato secondo me», fa eco un’altra mamma. Ma c’è stato anche chi ha difeso quella richiesta. «Come mai non andava pubblicata? – si legge – Ti sembra giusto privare dello sport dei ragazzi perché privi di vaccino?», ribatte un’altra iscritta.

Una squadra fuori dalle regole della federazione

Dopo nemmeno 20 minuti però, i commenti sono stati chiusi. La richiesta era stata fatta dalla mamma di un calciatore di 12 anni: il ragazzino non è vaccinato ed è costretto così a rinunciare alla sua grande passione, il calcio. La federazione italiana gioco calcio infatti, permette solo ai vaccinati di proseguire con gli allenamenti e le partite. Per scendere in campo infatti, in base alle ultime indicazioni della Fgci (protocollo-figc-2021_2022_dilettanti_def-3), serve il green pass.

Il vaccino, però, non è obbligatorio se non per gli ultracinquantenni.  

Per questo la mamma del ragazzino, che è stato costretto a smettere di giocare a causa delle nuove regole imposte dalla Federazione, ha lanciato l’appello. Nelle intenzioni della mamma – ha rassicurato l’amministratrice del gruppo – c’era quella di far giocare i ragazzi in sicurezza, dopo essersi sottoposti al tampone.

La moderatrice del gruppo però, è stata costretta a chiudere i commenti: sotto alla richiesta di mettere su una squadra di calcio di ragazzini non vaccinati, si sono scatenati i commenti e le liti tra chi è a favore e chi invece è contrario al vaccino.

LogoLEGGI ANCHE: «Vietato entrare ai vaccinati»: il cartello in un negozio

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati