Skip to content

Open day per appassionati di ornitologia a Magliano

L’evento, organizzato dall’associazione Progetto Migratoria, è il 28 settembre
Una vista della Maremma dal Centro Malpasso
Una vista della Maremma dal Centro Malpasso

MAGLIANO IN TOSCANA.  Una giornata per tutti gli appassionati di ornitologia, per chi desidera saperne di più sull’avifauna migratoria o semplicemente desidera passare qualche ora all’aria aperta, nella campagna maremmana. Martedì 28 settembre, a partire dalle 8, è in programma un open day al Centro ornitologico Malpasso, nel comune di Magliano in Toscana, nella zona collinare di Cupi e Poggio Argentiera, compresa tra la statale Aurelia, la strada di Cupi e la provinciale di Montiano.

L’evento è organizzato dall’associazione Progetto Migratoria, in collaborazione con la Confederazione cacciatori toscani con l’obiettivo di far conoscere l’attività del Centro e della onlus, per osservare la migrazione degli uccelli e partecipare, per chi lo desidera, anche alle attività di cattura e di inanellamento.

Il Centro ornitologico Malpasso, infatti, è nato proprio con l’obiettivo di studiare e monitorare gli uccelli migratori, insieme ad altre attività come il censimento di colombacci, il monitoraggio delle falene, coinvolgendo studiosi, esperti di conservazione della natura, semplici appassionati, non solo con finalità scientifiche, ma anche didattiche e divulgative. Tant’è che si avvale del supporto dell’Ambito territoriale caccia Grosseto 7, all’interno del quale si trova, di Federcaccia e della Confederazione cacciatori toscani.

Luca Bececco con un gruppo di ragazzi durante una visita al Centro Malpasso
Luca Bececco con un gruppo di ragazzi durante una visita al Centro Malpasso

Di recente l’area è stata anche oggetti di studio per un lavoro, dal titolo nazionale “Progetto Monitring“, partito nel 2016, che ha raccolto e trasmesso all’Ispra, l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, una voluminosa mole di dati per il monitoraggio dei Turbidi maggiori (tordo, tordo bottaccio, tordo sassello, merlo e cesena). Nell’ambito dello stesso progetto, gli ornitologi del centro Malpasso hanno avviato anche un’attività di monitoraggio su una specie particolarmente protetta come il succiacapre, che nidifica in Maremma, ma sverna in Sudafrica. Addirittura un soggetto catturato e inanellato nel 2019 è stato ricatturato nell’estate 2021.

Al lavoro di ricerca a Malpasso ha preso parte in team di esperti, ornitologi e semplici appassionati, tra cui Sauro Giannerini, Redo Settembrini, Marica Furini, Davide Senserini, Guido Donnini, Eugenio Russo, Piera Tomaselli, Gabriele Marconato, Moreno Gregori, Paolo Del Fa , Riccardo Stefanini, Giordano Rosi, Moise Navarro, Fabrizio Fabiano, Fabrizio Tognarini, Walter e Stefano Fioramonti,  Mirco Zanga, Paolo, Sara, Marco e Loretta Mazzarelli.

«Da questo studio è nata l’idea di organizzare un nuovo open day per far conoscere meglio le attività che svolgiamo al centro Malpasso – spiega Luca Bececco, il fondatore di Progetto Migratoria e deus ex machina del Centro Malpasso – e allo stesso tempo regalare a chi vuole partecipare una mattinata all’aria aperta in uno degli angoli più belli e suggestivi della Maremma. Ricordo che l’evento si svolge all’aperto e che i partecipanti devono organizzarsi con un pranzo al sacco, visto che le attività termineranno verso le 12».

per informazioni, telefonare ai numeri 3313654568 (Luca) e 32008536055 (Sauro).

Progetto migratoria, un patrimonio di conoscenza. Nominato il nuovo presidente

Progetto Migratoria è un’associazione che si occupa ormai da anni dell’analisi delle migrazioni degli uccelli in provincia di Grosseto, e della gestione faunistica a tutto tondo. In occasione dell’ultima riunione, il presidente uscente Luca Bececco ha lasciato il testimone a Guido Donnini, due generazioni diverse ma con le stesse passioni e gli stessi obiettivi per il territorio.

Umbro di origine e maremmano d’adozione, Bececco ha dimostrato con i fatti il suo affetto verso la Maremma, rendendosi disponibile nei confronti delle amministrazioni del territorio e organizzando  con l’associazione, numerose iniziative come il Centro di riabilitazione rapaci e il Centro ornitologico del Malpasso.

«Queste e molte altre realtà sono il patrimonio che viene affidato al neo eletto presidente Guido Donnini, che ha già dimostrato negli anni la sua dedizione all’associazione. Il consiglio dell’associazione e i soci tutti augurano buon lavoro al giovane presidente, che possa aggiungere un piccolo mattone per mantenere in piedi una maremma sana ed ospitale per tutti», conclude Bececco.

 

 

Sempre informato con Maremma Oggi – Iscriviti ai canali Telegram e YouTube

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati