Skip to content

Castiglione piange Maria “della Croce Rossa”

Aveva 90 anni e per tutta la vita si è presa cura dei suoi concittadini: era infermiera e una delle anime dell’associazione
Maria Massai
Maria Massai davanti all’ambulanza della Cri

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA. Lutto a Castiglione della Pescaia: a 90 anni si è spenta nella sua casa Maria Massai, storica infermiera della Croce Rossa. In poche settimane la sezione castiglionese ha perso due colonne: prima Carla Cardana Carbonaro, che proprio grazie a Maria Massai aveva iniziato a frequentare la sede di piazza Orsino Orsini, e ora appunto “Maria della Croce Rossa” come è stata da sempre conosciuta l’infermiera professionale. La stessa Cri sulla propria pagina Facebook ha ricordato la figura della Massai.

Secondo lutto nell’associazione

«Questa mattina se n’è andato un altro pezzo di storia del nostro comitato. È venuta a mancare Maria Massai, storica infermiera, che tutti la conosciamo solo come “Maria della Croce Rossa», hanno scritto i volontari su Facebook. «Maria Massai è stata una donna fondamentale per la nascita e la crescita del  comitato. Aveva compiuto da qualche mese gli anni e le avevamo dedicato anche un articolo sul giornale per farle gli auguri. Buon viaggio Maria. Le più sentite condoglianze alla famiglia e a tutti i tuoi cari».

La Massai – aveva ricordato proprio lo scorso 1 ottobre, il giorno del compleanno di Maria, il presidente del Comitato della Cri Emanuele Montefalchesi e la sezione delle “donne” – era una vera istituzione.

«Nella nostra sede Maria è sempre stata una presenza costante e di aneddoti l’abbiamo ascoltati a centinaia di quello che questa donna era stata capace di fare – dicono ancora alla Cri – La sua guida per tanti giovani è stata fondamentale, quando fare volontariato non era così banale».

I funerali si terranno nella cappella del cimitero comunale alle 9 di giovedì 30 dicembre. Poi la salma sarà cremata venerdì 31 dicembre.

 

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati