Skip to content

Castiglione piange il “falco” Saletti

È stato tra i fondatori del Centro sociale e della bocciofila e per anni ha gestito il distributore alle porte del paese
Mario Saletti, al centro, con i figlio Marco e Danilo
Mario Saletti, al centro, con i figlio Marco e Danilo

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA.  Si è spento nella sua casa di Castiglione della Pescaia a 95 anni, che avrebbe compiuto il prossimo maggio, Mario Saletti, per tutti però solo “il Falco”.

Era conosciutissimo per essere stato per oltre trent’anni il titolare del distributore sulla Castiglionese alle porte del paese, un’attività poi proseguita con i figli Danilo e Marco. Ma il Falco che aveva un carattere molto gioviale e sempre pronto alla battuta, era stato anche un appassionato giocatore di bocce, tanto che nella pineta di Ponte Giorgini aveva costruito insieme ad altri una vera bocciofila, che per decenni è stata un punto di ritrovo costante per tanti castiglionesi.

Saletti aveva vinto anche tante gare di bocce in giro per la Toscana. Poi si era prodigato ad aiutare i figli che si dedicavano alla due ruote con la nascita del “team Saletti” e il Falco era sempre presente ai tanti conviviali dove si divertiva a recitare le poesie. I funerali di Mario “il Falco” Saletti si terranno mercoledì 12 gennaio alle 16 nella chiesa di Santa Maria Goretti.

 

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati