Skip to content

Autolinee Toscane, boom di registrazioni

Il debutto anche a Grosseto: qualche disagio sul portale per le tante richieste, fino a 1.500 ogni ora
Un autobus di AT
Un autobus di Autolinee Toscane

GROSSETO. «Iniziamo oggi a gestire il servizio, a toccare con mano la situazione, lo stato di salute dei bus e degli immobili, a incontrare e conoscere i dipendenti». Questo il commento di Jean-Luc Laugaa, amministratore delegato di Autolinee Toscane, il nuovo gestore unico per la regione degli autobus. Da lunedì 1 novembre, le insegne sui bus che viaggiano in città e nelle frazioni sono cambiate. E anche il sistema di prenotazione dei biglietti.

«Vorrei salutare con un “Benvenuti a bordo” tutti i dipendenti – prosegue l’amministratore delegato – a partire da coloro che ci hanno aiutato, con premura e passione, ad organizzare il subentro. Un grazie anche a tutti gli autisti, per l’impegno che hanno dimostrato e che – ne sono convinto – continueranno a dimostrare anche in futuro. Sono certo che lavorando insieme cresceremo insieme». A Grosseto, il primo autista uscito dal deposito con l’autobus di Autolinee Toscana è stato Paolo Cicerchia che è stato salutato da Alessandro Bartolini, capo del dipartimento Toscana Sud.

Alessandro Bartolini e Paolo Cicerchia
Alessandro Bartolini e Paolo Cicerchia

Raggiunti i 70.000 registrati al sito at-bus.it con 28.500 abbonamenti venduti. Questo il dato dopo il primo giorno di servizio di Autolinee Toscane che, dopo settimane dall’apertura del sito at-bus.it, da ieri può contare anche su una rete di 35 biglietterie ufficiali e poco più di 2.000 rivendite già attive su tutto il territorio regionale a cui se ne stanno aggiungendo altre per arrivare a 3 mila.

Un numero a cui si aggiungono le edicole che hanno già aderito numerose per la vendita dei biglietti. Sul territorio toscano sono stati distribuiti e sono già disponibili 105.400 biglietti, di cui 91.800 biglietti singoli e 13.600 carnet, per un potenziale di oltre 228 mila corse a cui si aggiungono anche 5 mila biglietti erogati via SMS.

I titoli di viaggio singoli sono disponibili nelle 35 biglietterie ufficiali e nelle 2.074 le rivendite autorizzate ad oggi attive, di cui 460 nella Provincia di Firenze, 254 in quella di Lucca, 254 a Pisa, 213 a Livorno, 185 ad Arezzo, 158 a Pistoia, 149 a Siena, 148 a Grosseto, 130 a Prato, 123 a Massa Carrara.

Il numero degli utenti registrati sta salendo rapidamente – in sole 24 ore il numero è aumentato di 40 mila utenti – e molti si stanno rivolgendo alle rivendite per i biglietti e, con alcune attese, anche alle biglietterie ufficiali per chiedere informazioni, registrarsi e comprare direttamente l’abbonamento.

Ricordiamo però che l’acquisto dell’abbonamento che può essere fatto direttamente on-line, su una piattaforma attiva 24 ore su 24, mente i biglietti possono essere facilmente acquistati con l’APP Tabnet. I tanti che chiedono i rimborsi presso le biglietterie di tutta la Regione (escluso Firenze, dove si fanno presso gli sportelli Ataf della stazione Santa Maria Novella) possono farlo fino al 31 gennaio.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati